Forza Italia, Ubertini: “Nessuna pace, il partito sul territorio ora non esiste”

Forza Italia, Ubertini: “Nessuna pace, il partito sul territorio ora non esiste”

"Forza Italia nella Tuscia rimane piena di problemi e non c'è stata nessuna riappacificazione, come invece sostiene il coordinatore provinciale Dario Bacocco". Ipse dixit Claudio Ubertini, capogruppo forzista nel comune capoluogo.

ADimensione Font+- Stampa

“Forza Italia nella Tuscia rimane piena di problemi e non c’è stata nessuna riappacificazione, come invece sostiene il coordinatore provinciale Dario Bacocco”. Ipse dixit Claudio Ubertini, capogruppo forzista nel comune capoluogo.

“Ci tengo a intervenire perché è giusto fare dei distinguo. Non sarò presente all’incontro organizzato dai dirigenti locali del partito per il 14 ottobre nella sala conferenze di Palazzo Gentili. So che ci sarà Giulio Marini, è una sua libera scelta. E’ bene però precisare che Marini è Marini e Ubertini è Ubertini. Non vorrei si generassero confusioni in città”, continua l’azzurro.

Sono tante le criticità che Ubertini riscontra: “Non esiste condivisione e l’iniziativa del 14 lo conferma. Non abbiamo una sede, non ci sono riunioni. Insomma Forza Italia nel Viterbese non c’è. A dire il vero il partito è esistito sempre poco ma prima c’era Berlusconi a fare da catalizzatore. Oggi sarebbe necessaria una maggiore organizzazione”.

Poi passa ad analizzare il convegno: “Basta guardare i nomi degli interventi. Sempre le stesse facce. C’è Battistoni, che non è riuscito a vincere neanche a Proceno. C’è Sandrino Aquilani che ha perso il Comune di Vetralla. Nessun volto nuovo e non è certo questo il metodo per aggregare e farci crescere. Basta pensare che il coordinatore di Viterbo è una figura che non ha neanche un ruolo istituzionale. Per quanto mi riguarda dissento. Resto nel partito fino alla fine del mandato da consigliere, se le cose restano così però non intendo candidarmi nella lista di Forza Italia”.

Una bordata importante all’interno del gruppo azzurro locale.