Forza Italia contro tutti, tutti contro Forza Italia

Forza Italia contro tutti, tutti contro Forza Italia

Forza Italia è il cuore della trattativa di queste ore e sarà il cuore della vita amministrativa di Giovanni Arena, ma non perché si tratta del suo partito. Magari fosse solo questo.

ADimensione Font+- Stampa

Forza Italia è il cuore della trattativa di queste ore e sarà il cuore della vita amministrativa di Giovanni Arena, ma non perché si tratta del suo partito. Magari fosse solo questo.

Agli alleati di Giovanni Arena già da alcuni giorni infatti non va giù infatti l’eccessiva attenzione data al partito azzurro. In tutte le configurazioni possibili vagliate in questi giorni, a non mutare di peso è sempre e solamente stata Forza Italia con sindaco e due assessorati pesanti. Non è un caso.

L’equilibrio tra le due cattedrali nel deserto (chiamarle correnti sarebbe davvero troppo) di Francesco Battistoni e Giulio Marini è precarissimo e quindi non si è mai potuto immaginare di consegnare ai due più votati Elipidio Micci (per Battistoni) e Antonella Sberna (per Marini) delle deleghe leggere. O addirittura escludere uno al posto di un altro assessore. Ecco perché Forza Italia ora è il partito al centro dell’attenzione, il più rigido e il meno malleabile.

Tutto ciò mentre anche dentro Fratelli d’Italia sarebbero iniziati malumori, dopo alcuni giorni di vacanza ora l’onorevole Mauro Rotelli ha ripreso in mano il pallino, perché sembra l’unico ad avere la capacità di tenere insieme il partito perfettamente in equilibrio. Ma anche qui vecchi e nuovi dissapori potrebbero portare a delle frizioni di difficile gestione.