Fioroni riparte da Pianoscarano: “La politica è il mezzo per servire gli altri”

Fioroni riparte da Pianoscarano: “La politica è il mezzo per servire gli altri”

Fioroni riparte così. “La politica è il mezzo per servire gli altri, lo strumento per toccare la gente, guardarla negli occhi. E' la voglia di esserci nella vita di ogni viterbese e di ogni cittadino come è stato per i seri personaggi della vita pubblica”. Parla Fioroni.

ADimensione Font+- Stampa

“Votate chi vi pare, ma andate a votare”, questo l’invito che ha aperto la conferenza stampa di Giuseppe Fioroni.  Appuntamento svolto al bar Otium, la sua Pianoscarano. Sala piena, musica in sottofondo e video introduttivi che ripercorrono la storia politica del Paese e soprattutto dei personaggi che a Viterbo hanno lasciato un segno tangibile nella storia della città.

Fioroni riparte così. “La politica è il mezzo per servire gli altri, lo strumento per toccare la gente, guardarla negli occhi. E’ la voglia di esserci nella vita di ogni viterbese e di ogni cittadino come è stato per i seri personaggi della vita pubblica”. Parla Fioroni.

Pochi punti essenziali per descrivere il progetto per questa nuova candidatura alla Camera dei Deputati. “Ripartiamo dalla ricostruzione della speranza in ogni singolo italiano – così Fioroni -. La missione che ci diamo è di ricostruire gli strappi del Paese che da anni hanno minato la fiducia di tutti, ma soprattutto dei giovani. Serve mettere al centro la sanità, la scuola, una rinnovata e possibile unione tra Nord e Sud”.

La campagna elettorale di Fioroni parte dal lavoro, dal merito di fare gruppo e di lavorare in squadra, dalla valorizzazione dei beni culturali, soprattutto in terra di Tuscia, affinché possano diventare a tutto tondo terreno fertile per vivere e non sopravvivere.

Bandita ogni tipo di “caccia alle streghe”, ogni mero tentativo di discriminazione e violenza che riporti la discussione
sulla logica del capro espiatorio di stampo prettamente leghista. “Non è la campagna elettorale della destra contro la sinistra, ma la battaglia tra populisti e antipopulisti che puntano su progetti concreti e sulla percezione veritiera
di quello che si può fare nel nostro Paese e nel nostro territorio. Il valore cardine del mio progetto politico è l’attenzione verso l’etica del bene comune” conclude Fioroni rinnovando l’appuntamento alle urne il 4 marzo.