Fioroni: “Egidi si deve dimettere, buon Natale”

Fioroni: “Egidi si deve dimettere, buon Natale”

Al Baletti di San Martino la contraerea fioroniana ha sparato sull'altra metà del cielo del Pd. Colpito più volte Egidi, ma anche i discendenti del Pci, accusati di non voler far nascere il Pd a Viterbo.

ADimensione Font+- Stampa

“Egidi si deve dimettere” è il messaggio chiaro. A firmarlo è Giuseppe Fioroni, un peso da novanta dentro il Pd. Che va avanti a braccio e a raffica: “Spero che i sette consiglieri si facciano un esame di coscienza e ritrovino la dignità davanti al loro elettorato”; “Il vecchio Pci impedisce che a Viterbo nasca il Partito Democratico”.

Un anno dopo l’altro, parafrasando il titolo di un libro di Lucarelli. Il Natale per Fioroni e i suoi amici è qualcosa di immutabile, un eterno ritorno. L’incontro al Balletti di San Martino è l’appuntamento immancabile, un rito. Ma quest’anno l’atmosfera è stata diversa, meno da “silent song” e più da “sparatutto”. Questo quanto andato in scena ieri pomeriggio subito dopo le 18, poco dopo le annunciate dimissioni di Sonia Perà e Alessandra Troncarelli.

E’ un Natale di guerra questo del 2015, guerra politica naturalmente ma che sta sfociando anche parecchio sul personale. Così finito Fioroni, e incassati gli applausi della sala, attacca Michelini. Anche lui spara su Egidi: “Mi fa pena, dovrebbe stendere il tappeto rosso ai piedi di chi ha fatto vincere il Pd a Viterbo. Ed è chiaro, punta ad andare avanti “a muso duro”.