Fioroni e Tajani insieme il 25 febbraio alla scuola politica del Centro Studi Aldo Moro

Fioroni e Tajani insieme il 25 febbraio alla scuola politica del Centro Studi Aldo Moro

Il 25 febbraio il neoeletto presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, forzista della prima ora, sarà a Viterbo. Per lui è stato preparato un posto vicino al viterbese onorevole Beppe Fioroni. Saranno insieme per un evento del Centro di Studi Aldo Moro.

ADimensione Font+- Stampa

Il 25 febbraio il neoeletto presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, forzista della prima ora, sarà a Viterbo. Per lui è stato preparato un posto vicino al viterbese onorevole Beppe Fioroni. Saranno insieme per un evento del Centro di Studi Aldo Moro.

E’ la seconda volta, a distanza di poco tempo, che i due si incontrano e siedono l’uno al fianco dell’altro in un evento pubblico. Era già successo a dicembre in occasione del lancio di Caffeina Polis. Niente di male, per carità. Si tratta di due personaggi di grande livello e che si ritrovano per iniziative anche lodevoli. In questo caso dare quota alla scuola politica lanciata dal Centro di Studi che fa capo all’ex ministro.

Eppure gli attenti, forse anche un po’ paranoici ma il Divo Giulio aveva coniato la frase giusta per questo tipo d’occasioni – “A pensare male si fa peccato ma spesso ci si indovina” -, osservatori della politica vedono in queste “frequentazioni” le prime avvisaglie di un asse Pd (una parte)-Forza Italia in via di creazione. 

Tanto che diversi tra i forzisti viterbesi avrebbero storto il naso al trapelare della notizia. “Invece di venire a un evento di Forza Italia, a incontrare gli amici di sempre, viene a Viterbo come sua prima uscita da presidente della Commissione per andare da Fioroni”, questo il commento di una parte degli azzurri. 

Gli stessi che non hanno visto di buon occhio certi atteggiamenti forzisti locali verso i Mori, formazione piena di “infatuati” di Fioroni. A pensare male si fa peccato ma qualcosa dovrà pur bollire nel pentolone…

Natale Viterbo