Filippo Rossi vuole ballare il valzer delle comunali con Chiara Frontini

Filippo Rossi vuole ballare il valzer delle comunali con Chiara Frontini

"Chiara Frontini ti faccio una proposta". Una lettera "d'amorosi intenti" politici. Nel ruolo dello scrivente Filippo Rossi, mister Caffeina. Destinatario Chiara Frontini, senorita Viterbo2020. 

ADimensione Font+- Stampa

“Chiara Frontini ti faccio una proposta”. Una lettera “d’amorosi intenti” politici. Nel ruolo dello scrivente Filippo Rossi, mister Caffeina. Destinatario Chiara Frontini, senorita Viterbo2020. 

“Facciamo entrambi un passo indietro e scegliamo un candidato sindaco civico in grado di arrivare sicuramente al ballottaggio”. Questa la proposta. Schietta, quasi sfacciata. Perché non si chiede a una signora, soprattutto se così incaponita, di rinunciare al sogno favoloso di diventare non principessa ma sindaco.

“Io sono pronto – continua Rossi – e sono pronto a dirti che non voglio posti o poltrone. Vogliamo cambiare la città? Io cisto! Io sono da sempre convinto che le nostre proposte civiche sono complementari e non contrastanti. Noi saremmo alleati naturali. Io lo so. E sono convinto che anche tu lo sai. Prova ad avere il coraggio di fare un passo indietro e cambiamo la città insieme”. 

Prove tecniche di polo civico, che non è così scontato vedere andare a vuoto. Così come non è scontato che nello stagno che si sta creando non possa uscire fuori qualche ulteriore sorpresa.