Filippo Rossi pronto ancora a giocare un ruolo nella politica cittadina

Filippo Rossi pronto ancora a giocare un ruolo nella politica cittadina

"E poi arrivano quelli che ti "consigliano" di stare al posto tuo. Beh, sappiatelo: io al posto mio non ci sono mai stato... perché il posto mio lo decido io". E' questa una frase lanciata su Facebook da Filippo Rossi nella mattinata di domenica.

ADimensione Font+- Stampa

“E poi arrivano quelli che ti “consigliano” di stare al posto tuo. Beh, sappiatelo: io al posto mio non ci sono mai stato… perché il posto mio lo decido io”. E’ questa una frase lanciata su Facebook da Filippo Rossi nella mattinata di domenica.

Il direttore artistico di Caffeina e consigliere comunale di Viva Viterbo, oggi all’opposizione, si è alzato da poco. Sta leggendo i giornali e si imbatte nel Backstage del nostro Nicola Savino. Savino che analizza la recente vicenda del Teatro Caffeina e accende la luce sui movimenti di Filippo Rossi, il suo ruolo importante nella vita cittadina: Caffeina, Christmas Village e Teatro Caffeina; e il suo stare in politica.

Da qui Savino arriva a un consiglio: “Probabilmente tante questioni neppure sorgerebbero se nella prossima primavera l’ex portavoce di Fini facesse un passo indietro e si tirasse fuori dall’agone politico cittadino”. La risposta è il post su Facebook. Concedo che ribadisce ad altri giornalisti de La Fune, incontrati nei corridoi dell’Isola che non c’è.

Confermando l’intenzione a volere fare parte della vita anche politica di Viterbo. Se come candidato sindaco o dentro una coalizione lo vedremo. La primavere è lontana, intanto sta arrivando l’inverno.