Filippo Rossi: “Io non mollo”. Alle 19 incontro di analisi al Teatro Caffeina

Filippo Rossi: “Io non mollo”. Alle 19 incontro di analisi al Teatro Caffeina

Filippo Rossi ha sognato di andare al ballottaggio, vincere e portare la sua visione di Viterbo al Palazzo dei Priori. E' caduto, con un risultato lontano da quello immaginato. Oggi, mercoledì 13 giugno, alle 19 riparte con un appuntamento, rivolto ai viterbesi, al Teatro Caffeina.

ADimensione Font+- Stampa

Filippo Rossi ha sognato di andare al ballottaggio, vincere e portare la sua visione di Viterbo al Palazzo dei Priori. E’ caduto, con un risultato lontano da quello immaginato. Oggi, mercoledì 13 giugno, alle 19 riparte con un appuntamento, rivolto ai viterbesi, al Teatro Caffeina.

“Io non mollo” è il titolo che Rossi ha voluto dare all’evento. Il fondatore di Caffeina promette di tirare fuori tutto, a partire dai retroscena fino ad arrivare alle prospettive del suo impegno per la città che “certo non finisce qui”.

Non ha voglia di parlare. “Sono ore di riflessione, in cui ho bisogno di analizzare quanto accaduto”, taglia corto il candidato di Viva Viterbo e Area Civica.

2640 voti come sindaco, 595 in più rispetto a quelli portati dalle liste. Liste che hanno tirato fino a 1301 preferenze quella storica e si è fermata a 744 l’altra. Rossi ha totalizzato l’8,15% del consenso. Nel 2013 era andato oltre con 3245 voti e il 9,49%. “Ho perso la mia scommessa per cambiare Viterbo. E’ colpa mia, grazie a chi ha creduto in me”, il commento affidato ai social con cui già domenica sera, poco dopo la mezzanotte, Rossi ha scelto di commentare il mancato approdo al ballottaggio. “Parlerò all’incontro– continua -. Evidentemente sono molto meno credibile di altri. Dopo questo risultato per me nulla sarà come prima, perché per Viterbo io ho rinunciato a tanto, troppo. Non servirà impegnarsi in questo modo ancora. La colpa è la mia e le decisioni saranno le mie. E non saranno facili. In bocca al lupo a chi vincerà. Vedremo cosa saprà fare per Viterbo”.