Festival delle Luci: Bizzarri ne parla e poi arriva il rinvio a giudizio, ma sarebbe una bufala

Festival delle Luci: Bizzarri ne parla e poi arriva il rinvio a giudizio, ma sarebbe una bufala

La consigliera comunale del Partito Democratico, considerata vicina a Giuseppe Fioroni il 13 maggio scorso ha scritto un post molto polemico nei confronti dell’ex assessore Giacomo Barell

ADimensione Font+- Stampa

Preveggenza o che altro? Daniela Bizzarri scrive su Facebook del Festival delle Luci attaccando Giacomo Barelli alludendo al fatto che potrebbe accadere qualcosa e dopo due giorni su tutti i giornali si parla dell’inizio del processo ai danni di tre ex dipendenti del Comune di Viterbo (oggi in pensione) per la manifestazione voluta da Viva Viterbo. Rinvio a giudizio considerato una bufala da Il messaggero in quanto ci sarebbe solo la richiesta del Pm (almeno secondo quanto poi precisato dal Corriere di Viterbo).

La consigliera comunale del Partito Democratico, considerata vicina a Giuseppe Fioroni il 13 maggio scorso ha scritto un post molto polemico nei confronti dell’ex assessore Giacomo Barelli: “È ora che vai a lavorare – aveva scritto – capisco che è dura, ma non dimenticare che per 4 anni sei stato in maggioranza! Capisco la tua acredine verso Luisa Ciambella e Alvaro Ricci, che al contrario di te, non dovevano giocare solo con il festival delle luci (ti dice niente questa ultima cosa?)”

Cosa doveva “dirgli” esattamente? Al post hanno risposto altre persone e a chi ha fatto notare che il Festival sarebbe fallito per la mancanza di collaborazione del resto dell’amministrazione, se non proprio di boicottaggio, Daniela Bizzarri rincara la dose, alludendo a qualcosa che sarebbe dovuto accadere a breve. Ne sembra certa tanto che scrive: “Veramente nessuno lo ha boicottato, è tutta un’altra storia, la capirà presto!”

Prima che arrivasse la notizia del rinvio a giudizio (qui) abbiamo chiesto a Daniela Bizzarri cosa intendesse dire. “Ho tirato fuori questa storia perché in passato sembrava che ci fosse qualcosa che non andava” e specifica che non è vero che lasciava intendere che qualcosa sarebbe accaduto, ma che qualcosa era accaduto, come raccontato in passato dai giornali. Cioè non sa nulla di più di quello che scrive e ciò che scrive appunto si riferisce a notizie già circolate nei mesi passati. Le parole scritte sembravano però dire altro e il fatto che due giorni dopo sia uscita questa notizia è alquanto bizzarro.

Ma non è la prima volta che accade. Daniela Bizzarri oltre ad essere vicina a Giuseppe Fioroni è anche molto vicina a Luisa Ciambella. Proprio Luisa Ciambella era incappata qualche settimana fa (qui) in un’altra gaffe di questo genere. Si parlava del manifesto contro Fioroni apparso presso la rotatoria di Santa Barbara e di informazioni che non poteva rilevare, lasciando intendere che aveva informazioni, che però non avrebbe potuto avere, in quanto riservate.