FdI: “Decathlon rimanga una opportunità, ma Viterbo non diventi invivibile”

FdI: “Decathlon rimanga una opportunità, ma Viterbo non diventi invivibile”

Decathlon rimanga una opportunità, ma Viterbo non diventi invivibile. Fratelli d’Italia rivolge alcune domande all’amministrazione in vista della nuova apertura nei pressi del Leclerc, della grande catena di abbigliamento sportivo.

ADimensione Font+- Stampa

Decathlon rimanga una opportunità, ma Viterbo non diventi invivibile. Fratelli d’Italia rivolge alcune domande all’amministrazione in vista della nuova apertura nei pressi del Leclerc, della grande catena di abbigliamento sportivo.

“Riteniamo che per Viterbo sia importante saper cogliere tutte le occasioni di crescita che il mercato offra. E per certo, la preannunciata prossima apertura di Decathlon rappresenta una opportunità che salutiamo con piacere per le evidenti positive ricadute occupazionali che può offrire. Ma, detto ciò, non possiamo non chiederci, nell’ottica del nostro essere stati chiamati ad amministrare la città responsabilmente sia pur dall’opposizione, quanto segue:

Sono state realizzate tutte le attività volte ad acquisire le superfici di vendita rilasciate alle attività presenti e da insediare sull’area? È stata compiuta la verifica della superficie di parcheggio che dovrà rispondere allo standard di 2mq.di parcheggio ogni mq. di superficie di vendita? È stato approfondita, stante l’ubicazione, la questione del traffico, a partire dalla presenza nella stessa area e nelle aree limitrofe di importanti strutture commerciali e della grande distribuzione organizzata e nel caso non sia stato fatto, come si intende procedere? Quali opere a scomputo negoziale sono previste, come ricaduta oggettivamente vantaggiosa per la città, e secondo quale parametro valutativo queste sono state oggetto di convenzione? Rientra tra i compiti istituzionali di un consigliere comunale, a seguito della diffusione della notizia delle possibili assunzioni, occuparsi delle stesse?

Attendiamo risposte chiare ed inequivocabili su questi 5 punti, perché da oggi vigileremo affinché nessuno, per superficialità e incapacità, possa rendere invivibile la nostra città; affinché nessuno possa pensare di fare clientela sul bisogno di lavoro di cui, soprattutto le giovani generazioni, soffrono; affinché lo sviluppo e la crescita della città non siano sottratte alla discussione pubblica e alla decisione comune nell’unico interesse di Viterbo”.

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other