Expo 2015, Confartigianato apre la strada di Milano alle imprese della Tuscia

Expo 2015, Confartigianato apre la strada di Milano alle imprese della Tuscia

Confartigianato Viterbo presenta l'Italian makers village, una grande opportunità per le imprese. Anche quelle della Tuscia.

ADimensione Font+- Stampa

Confartigianato

La finestra della Tuscia su Tuscia Expo passa anche per ‘Italian makers village’, una realtà targata Confartigianato. L’associazione di categoria ha fatto un gran lavoro a livello nazionale ma a Viterbo tutto questo si vede di più.

L’associazione guidata da Stefano Signori e Andrea De Simone si è infatti guadagnata sul campo la stelletta per aver portato avanti un lavoro vero di informazione e assistenza delle aziende locali del territorio verso la comprensione e la possibilità di cogliere l’occasione della manifestazione internazionale milanese. Oltre a Confartigianato pochi altri hanno parlato nel Viterbese di cosa significa l’Expo. La ha fatto l’assessore preposto del Comune di Viterbo Giacomo Barelli e l’ha fatto Confartigianato. Il resto si piazza bello dietro.

Occhio al Fuori Expo

Sei mesi di eventi, mostre, incontri e percorsi tematici con protagonista l’eccellenza artigiana nei settori food, moda, design, arte e meccanica.

E’ l’Italian makers village, il fuori Expo di Confartigianato, che sorgerà a Milano in via Tortona 32, nel cuore creativo della città. Il 21 gennaio la presentazione del progetto a Milano e contestualmente a Viterbo, presso la sede provinciale dell’associazione di categoria, dove le aziende intervenute hanno potuto verificare lo stato dei lavori e le condizioni di partecipazione, confrontandosi con i presenti sulle possibilità di intervento.

1800 metri quadrati di spazio dedicato a far incontrare, per l’intera durata di Expo 2015, i visitatori e 800 eccellenze produttive italiane in un’ottica diversa da quella espositiva: intrattenimento e coinvolgimento guideranno un calendario di oltre 1000 appuntamenti.

Ampio spazio sarà dedicato al gusto con il Food Village, realizzato grazie alla collaborazione con Alta Qualità. L’Italian Makers Village nasce con l’obiettivo di promuovere attraverso l’esperienza diretta e il confronto il valore culturale e sociale dell’artigianato, colonna portante del Made in Italy di qualità.

“Confartigianato è l’unica associazione di categoria – spiegano Stefano Signori e Andrea De Simone, presidente e direttore provinciali – che ha strutturato un progetto organico per il Fuori Expo. L’Italian Makers Village farà da contenitore per l’eccellenza del made in nostrano. In altre parole con questo progetto catalizzeremo la forza comunicativa di Expo 2015 e come in un caleidoscopio la canalizzeremo, proiettandola nelle mille e più sfaccettature rappresentate dai prodotti e servizi delle nostre imprese. L’idea dunque è quella di creare una meta-esposizione focalizzata sui dettagli delle nostre realtà”.

L’Italian Makers Village

L’Italian Makers Village sorge all’interno delle officine riqualificate di via Tortona 32, in una zona della città nota per il fermento creativo e crocevia di visitatori durante Expo. 1800 metri quadrati che ospiteranno, a rotazione settimanale, circa 800 imprese italiane, 27 paesi stranieri e 12 delegazioni commerciali individuate in collaborazione con l’Istituto nazionale di Commercio Estero. Ogni settimana sarà proposto un tema declinato attraverso gli eventi e le iniziative, dai territori alle start-up, dalle filiere alle singole categorie produttive.

Lo spazio per gli artigiani del Lazio: la settimana dall’8 al 12 ottobre

All’interno del villaggio: 27 spazi espositivi, 10 temporary shop, 6 aree esterne per lo street food, una sede polifunzionale per incontri, conferenze e convegni e il Food Village. Il Lazio avrà a disposizione la settimana che va dall’8 al 12 ottobre 2015 per esporre il meglio dell’artigianato del territorio: una settimana durante la quale le imprese che aderiranno potranno incontrare buyers italiani e stranieri, partecipare e organizzare eventi e workshop, il tutto all’interno della prestigiosa cornice offerta dalla zona pi “in” di Milano.

“Italian Makers Village – continuano i vertici di Confartigianato Imprese di Viterbo – sarà un luogo di partecipazione ed esperienze, ogni giorno diverse, in cui queste storie verranno rappresentate e proposte per una fruizione diversa da quella del Padiglione Italia. Il progetto vuole rimarcare la caratteristica fondamentale dell’artigianato: essere il principale motore del Made in Italy, che sostiene il Paese in questo momento di difficoltà”.

Durante i circa 1000 eventi previsti, verrà raccontato il “saper fare” attraverso i suoi protagonisti e il mondo della cultura. Al centro dell’iniziativa c’è il visitatore: non solo spettatore passivo, ma figura direttamente coinvolta.

Cibo e gusto svolgeranno un ruolo cruciale e grazie alla collaborazione di Confartigianato Imprese di Viterbo e Slow Food Viterbo, durante la settimana dedicata al Lazio, sarà possibile incontrare i guru del cibo nostrano, pronti a proporre show-cooking, laboratori, percorsi degustativi, incontri educational ed eventi culturali per raccontare le eccellenze di un settore che ha reso grande l’Italia nel mondo, quello enogastronomico.

Expo 2015, la grande occasione

Expo e Fuori Expo sono una grande opportunità strategica e rappresentano rispettivamente l’ufficialità e l’innovazione.

“Siamo pronti a cogliere queste due grandi occasioni al fianco delle nostre imprese – concludono il presidente Signori e il direttore De Simone –. Il 2015, grazie alla straordinarietà della kermesse che ci vede protagonisti, rappresenta un punto di ripartenza per quei settori che, finora, hanno dovuto sopravvivere, resistendo alle bordate degli ultimi anni, e che ora devono riscattarsi. L’Italian Makers Village incarna uno strumento d’eccezione per raggiungere questo obiettivo”.

La diffusione mediatica dell’evento

Il Fuori Expo di Confartigianato avrà a disposizione diversi canali attraverso i quali veicolare tutte le informazioni e le peculiarità che lo caratterizzano. Il flusso di informazioni relative agli eventi e alle iniziative, infatti, sarà proposto attraverso diversi canali digitali: il sito italianmakersvillage.it , la web tv, l’app e le pagine dedicate sui maggiori social media. Tra i partner del progetto, realizzato con il patrocinio di Expo 2015, anche Radio Italia, che sosterrà e promuoverà l’iniziativa attraverso una campagna di comunicazione e la presenza all’interno della location di speaker e dj per dirette live, dj set e attività di animazione.