Ex Terme Inps, un albergo da 180 posti “imprigionato” nei cassetti di Palazzo dei Priori

Ex Terme Inps, un albergo da 180 posti “imprigionato” nei cassetti di Palazzo dei Priori

Un intervento importante di recupero e riqualifica di un patrimonio immobiliare pubblico oggi tetto per piccioni, topi e qualche disperato. A Palazzo dei Priori preparino la giustificazione per tutto questo ritardo.

ADimensione Font+- Stampa

Ex Terme Inps, privati vogliono investire ma a Palazzo dei Priori tengono tutto fermo. La proposta depositata dalla Gogego spa in data 23 settembre 2015 (un anno e un mese fa) è piuttosto interessante e quindi abbiamo deciso di raccontare qualcosa. Sperando di smuovere l’opinione pubblica viterbese e di riflesso gli amministratori di Palazzo dei Priori. Cominceremo dalla parte alberghiera.

In ballo c’è una possibilità in più per Viterbo di costruirsi un futuro come città termale, aprendo a una pluralità di offerte che di fatto rappresentano il requisito primo per percorrere la via. Come diretta conseguenza un buon numero di posti di lavoro. Dapprima quello necessario per la realizzazione del recupero dell’area e la messa in essere dell’idea progettuale, poi nella gestione stessa del risorto centro termale e infine l’indotto.

Parliamo di una realtà, che qualora venisse realizzata, si estenderebbe su una superficie di 61.862 metriquadrati. Al centro un complesso alberghiero, nato dalle macerie dell’attuale, disposto su tre livelli. Il progetto prevede la realizzazione di 76 camere tra primo e secondo piano. Tra singole, doppie e triple si contano 180 posti. Al primo piano anche la hall-reception, la direzione e gli uffici.

Al piano terra una sala convegni, sale riunioni, un ristorante, la Spa, un bar/pub, un’area fitness. Poi è previsto tutto un ampio giardino termale (ve lo racconteremo nei dettagli in seguito).

Un intervento importante di recupero e riqualifica di un patrimonio immobiliare pubblico oggi tetto per piccioni, topi e qualche disperato. A Palazzo dei Priori preparino la giustificazione per tutto questo ritardo.