Ex Fiera, pronta l’interrogazione parlamentare di Aracri: “Perché non sono stati accolti nelle case vuote del demanio militare?”

Ex Fiera, pronta l’interrogazione parlamentare di Aracri: “Perché non sono stati accolti nelle case vuote del demanio militare?”

Campo d'accoglienza all'Ex Fiera, pronta l'interrogazione parlamentare del senatore di Forza Italia Francesco Aracri. Che si domanda: “Perché per accogliere i migranti non hanno utilizzato le case del demanio militare sulla Tuscanese vuote da anni?”.

ADimensione Font+- Stampa

Campo d’accoglienza all’Ex Fiera, pronta l’interrogazione parlamentare del senatore di Forza Italia Francesco Aracri. Che si domanda: “Perché per accogliere i migranti non hanno utilizzato le case del demanio militare sulla Tuscanese vuote da anni?”.

Nei giorni scorsi il forzista è stato l’unico onorevole a mettere il naso sulla contestata struttura. Realtà che dovrebbe essere chiusa dal Comune di Viterbo, anche se la partita si preannuncia particolarmente intrigata e molto dipenderà dall’atteggiamento che andrà a mettere in campo in queste ore la Prefettura. E’ infatti scaduto ieri il termine dei novanta giorni entro cui va chiuso un abuso.

“L’interrogazione è pronta – ha dichiarato Aracri durante un’intervista radiofonica rilasciata a Sbottonati -. Trovo l’intera vicenda piuttosto singolare. Come si fa a permettere la costruzione su un ettaro di terreno agricolo di quindici casette, con relativi allacci di luce, acqua e fognature? Se l’avesse fatto un qualsiasi cittadino sarebbe arrivato l’esercito e sarebbero scattate le multe.

In questi giorni abbiamo chiesto a Prefettura e Comune di Viterbo di capire come sia stato possibile il tutto. Abbiamo anche chiesto i costi dell’operazione: tra affitti e realizzazione delle strutture. La Prefettura non ha risposto. Da Palazzo dei Priori ci ha risposto un tecnico comunale, sminuendo con il fatto che si tratta di tutta roba provvisoria. Premesso che quello che è stato fatto resta un abuso si rendono conto che hanno speso dei soldi pubblici per un qualcosa che pare destinato a finire dopo tre mesi? Perché per sistemare i migranti non hanno utilizzato le case del demanio militare sulla Tuscanese vuote da anni?”.

Intanto la situazione resta sospesa e si attendono importanti sviluppi a breve.

Banner
Banner
Banner