Emozioni da seconda serata, Meta e Moro tornano in gara

Emozioni da seconda serata, Meta e Moro tornano in gara

Lasciamo stare il commento della serata, piacevole da seguire con grandi ospiti che hanno emozionato tutti, e parliamo dei due argomenti che oggi sono sulla bocca di tutti: gli ascolti e la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro.

ADimensione Font+- Stampa

Lasciamo stare il commento della serata, piacevole da seguire con grandi ospiti che hanno emozionato tutti, e parliamo dei due argomenti che oggi sono sulla bocca di tutti: gli ascolti e la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Con una media di 9 milioni e 687mila, 47,7% di share, i telespettatori che hanno seguito ieri il festival, targato Claudio Baglioni. Lo scorso anno, la seconda serata aveva avuto in media 10 milioni, pari al 46,6% di share. Il Festival ha migliorato di oltre un punto percentuale il risultato di share dell’anno scorso, anche se c’è stato un calo di circa 700mila spettatori, legato probabilmente anche alla durata superiore (circa 20 minuti) rispetto alla seconda serata del 2017.

La prima parte dello show ha ottenuto ieri 11 milioni e 458mila spettatori, con il 46,6% di share; la seconda, 5 milioni e 867mila, con il 52,8% di share. L’anno scorso, la prima parte della seconda serata di Sanremo era stata seguita da 11 milioni e 708mila spettatori, pari al 46,04% di share; la seconda da 5 milioni e 826mila, pari al 50,61% di share.

Ma a tenere banco da ieri è la canzone “Non mi avete fatto niente” cantata da Ermal Meta e Fabrizio Moro. La canzone senza dubbio non è nuova, anche se secondo l’ufficio legale della RAI la definisce tale sulla base del regolamento in vigore. Ecco il comunicato della RAI: “A seguito delle valutazioni effettuate, la Rai ritiene che
non si debba escludere dalla gara la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, in quanto conforme al requisito di novità previsto dal regolamento”.

Il brano di Meta e Moro “Non mi avete fatto niente”, spiega l’ufficio legale della Rai in una nota letta in sala stampa, “contiene stralci del brano ‘Silenzio” presentato a Sanremo Giovani nel 2016, in misura inferiore a un terzo delle durata, quindi la circostanza che il brano sia stato già fruito non inficia la novità della canzone in gara”. Inoltre, dagli approfondimenti fatti, è risultato che “i due brani hanno stesure, durata, testi e melodie diverse. La somma degli stralci non supera un minuto e 3 secondi su una durata complessiva di 3 minuti e 24 secondi, dunque inferiore a un terzo”.

La conclusione è che “le due canzoni, pur presentando analogie, non sono la stessa canzone. ‘Non mi avete fatto niente è dunque nuova e resta in gara”. Ed ecco servita la frittata. Salviamo il festival e andiamo avanti. E tutti vissero felici e contenti, mica tanto!