Elezioni regionali, Pirozzi va avanti: “Ho rifiutato la candidatura in Parlamento”

Elezioni regionali, Pirozzi va avanti: “Ho rifiutato la candidatura in Parlamento”

Pirozzi da circa 2 mesi ha già annunciato l’intenzione di candidarsi alle prossime elezioni regionali, con o senza i partiti del centrodestra. Perché il veto di Forza Italia? "Non lo so"

ADimensione Font+- Stampa

Sergio Pirozzi commenta su Radio24 la fase politica che sta vivendo il centrodestra in vista delle elezioni regionali del prossimo 4 marzo. Pirozzi da circa 2 mesi ha già annunciato l’intenzione di candidarsi alle prossime elezioni regionali, con o senza i partiti del centrodestra.

Dalla sua parte sembra possano esserci Fratelli d’Italia e Noi con Salvini, nonostante sull’immigrazione Pirozzi abbia delle idee molto più moderate rispetto ai potenziali alleati. Più difficile il sì di Forza Italia. “Perché?” Domandano Oscar Giannino e Luca Telese durante 24 mattino. La risposta è chiara: “Non lo so”.

Pirozzi ha poi raccontato di aver rifiutato varie candidature in Parlamento, da parte di varie forze politiche. “Volevano sfruttare la mia faccia, ma io voglio metterci il faccione e candidarmi alle Regionali. In Parlamento avrei fatto numero”.

Infine una stoccata a Nicola Zingaretti, contro il quale Pirozzi si candida, “ma non per la gestione del terremoto”: “Il Presidente ha mangiato pane e politica da sempre – ha concluso – io invece sono un uomo del fare. Ho un lavoro da 24 anni”.

 

Decarta racconta la Tuscia