Egidi: “Viva ‘Rifiuti Zero’. Inceneritori? Chi vuole farli è da trattamento sanitario obbligatorio”

Egidi: “Viva ‘Rifiuti Zero’. Inceneritori? Chi vuole farli è da trattamento sanitario obbligatorio”

Trattamento sanitario obbligatorio a chi parla d'inceneritori nel territorio della Tuscia e fede incondizionata nelle strategie del riciclo e riutilizzo dei rifiuti. Questa la linea del segretario provinciale del Pd Andrea Egidi, pronto a una serie d'iniziative.

ADimensione Font+- Stampa

Filosofia ‘Rifiuti Zero’, il segretario provinciale del Partito Democratico Andrea Egidi pronto a una serie d’iniziative sul territorio per far sì che la questione venga discussa nei comuni della Tuscia.

“Stiamo aspettando che parta il Green Act del governo Renzi perché su quello ci faremo una campagna di sensibilizzazione su tutto il territorio provinciale, comprendendo anche le tematiche di ‘Rifiuti Zero'”, così Egidi.

“L’intenzione – continua – è di lavorare affinché in ogni consiglio comunale vengano lanciati ordini del giorno sul tema, capaci d’impegnare i comuni su questo fronte. E’ tutto già nell’agenda del Partito Democratico, stiamo aspettando per andare a coincidere con la divulgazione del Green Act di Renzi”.

Per il segretario del partito quella del riciclo e riutilizzo è la strada da seguire, non credendo nel sistema degli inceneritori. “Quali inceneritori? Fortunatamente ci sono i piani regionali sui rifiuti, se qualcuno a Viterbo vuole aprire inceneritori me lo dite che gli facciamo un trattamento sanitario obbligatorio”.

Peccato che a parlare d’inceneritori è stato anche il capogruppo Pd in Comune di Viterbo Francesco Serra. Quando lo facciamo notare a Egidi incassiamo questa risposta: “Francesco è così, esagera. Lui è un grande, guai a chi lo tocca”.