Ecco Resist: Arci e Anpi riattualizzano la Resistenza tra teatro, dibattiti e proiezioni

Ecco Resist: Arci e Anpi riattualizzano la Resistenza tra teatro, dibattiti e proiezioni

Si è tenuta alla sala del Consiglio del palazzo dei Priori di Viterbo la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2018 del festival Resist, organizzato da Arci Viterbo in collaborazione con i circoli Arci della provincia di Viterbo e con ANPI comitato provinciale Viterbo e prevede appuntamenti diffusi in molti comuni della provincia, presentando spettacoli teatrali, reading, presentazioni di libri, dibattiti e proiezioni.

ADimensione Font+- Stampa

Si è tenuta alla sala del Consiglio del palazzo dei Priori di Viterbo la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2018 del festival Resist, organizzato da Arci Viterbo in collaborazione con i circoli Arci della provincia di Viterbo e con ANPI comitato provinciale Viterbo e prevede appuntamenti diffusi in molti comuni della provincia, presentando spettacoli teatrali, reading, presentazioni di libri, dibattiti e proiezioni.

Il presidente di Arci Viterbo Marco Trulli ha sottolineato l’importanza della manifestazione per mantere una memoria attiva della Resistenza e dell’antifascismo, sia attraverso la proposta di iniziative che indagano il passato, sia attraverso interventi sui momenti critici dell’attualità, come l’affermarsi di populismi e la crescente intolleranza nei confronti degli stranieri e dei migranti.

In particolare tra le iniziative, si segnala il reading dell’antropologo Andrea Staid, Schiavi al posto nostro, le voci degli invisibili, sulla condizione dei migrantila proiezione, a cura di Aucs Onlus del film The Hate Destroyer di Vincenzo Caruso (il 26 aprile alle 21.00 al cinema Trento); un’approfondimento sui populismi (il 28 aprile, alle 17.30, presso lo spazio Arci Biancovolta), con Leonardo Bianchi e Manuel Anselmi.

Su questo punto è tornato Enrico Mezzetti, presidente provinciale dell’Anpi, che ha evidenziato come il fascismo sia la negazione della democrazia e che la nostra Repubblica è fondata sull’antifascismo che non è un patrimonio di una sola parte politica, ma di tutti i cittadini.

Ha concluso la conferenza stampa l’assessore alla Cultura del comune di Viterbo Antonio Delli Iaconi che è ritornato sul tema del populismo sottolineando l’importanza di un incontro come quello messo in programma da Resist per discutere di un tema estremamente attuale.
Durante tutta la manifestazione Arci e ANPI raccoglieranno le firme per la campagna nazionale Mai più fascismi.

Per informazioni sul programma del Festival www.arciviterbo.it/resist.

La foto della conferenza stampa è della volontaria del Servizio Civile Alessia Ceccherini.

Decarta racconta la Tuscia