Ecco il Festival del Volontariato viterbese

Ecco il Festival del Volontariato viterbese

L'esercito, sempre folto e agguerrito, di coloro che pensano soprattutto agli altri si rimette in moto. Anzi, a dire il vero, non si è mai fermato perché - conviene sempre sottolinearlo - la solidarietà non conosce festività e non va mai in ferie. E, di solito, si tratta di un lavoro oscuro, lontano dai riflettori. Ma, almeno una volta all'anno, è giusto che il volontariato viterbese si guadagni la ribalta con l'appuntamento del Festival, giunto alla 14. edizione.

ADimensione Font+- Stampa

L’esercito, sempre folto e agguerrito, di coloro che pensano soprattutto agli altri si rimette in moto. Anzi, a dire il vero, non si è mai fermato perché – conviene sempre sottolinearlo – la solidarietà non conosce festività e non va mai in ferie. E, di solito, si tratta di un lavoro oscuro, lontano dai riflettori. Ma, almeno una volta all’anno, è giusto che il volontariato viterbese si guadagni la ribalta con l’appuntamento del Festival, giunto alla 14. edizione. Quattro giorni, da ieri a domenica, ricchi di appuntamenti e di temi per tenere sempre viva l’attenzione su questioni che meritano approfondimenti e discussioni.

Il via ufficiale con il tradizionale taglio del nastro lo dà il giovane Alberto (che così può festeggiare nel migliore dei modi il compleanno) alla presenza del presidente della Consulta comunale del Volontariato Paolo Moricoli, della vice Antonella Sberna e del presidente del Consiglio comunale Marco Ciorba, primo trascinatore di un organismo che rappresenta il fiore all’occhiello del movimento volontaristico viterbese composto da oltre 100 associazioni che operano costantemente nel variegato mondo del terzo settore. Vallette due sbandieratrici del Comitato Centro Storico che domenica rappresenterà il capoluogo della Tuscia in un appuntamento in programma in Umbria a Montefalco. 

Ricchissimo, come sempre, il calendario degli eventi. Già ieri pomeriggio il convegno su “Rete agricoltura sociale” curato dall’associazione Amici di Galiana e, a seguire, “Sport e inclusione”, curato da Old Rugby Viterbo con la partecipazione di Asd Bisonti Frosinone, Holland che fa vela, Onlus Capitolina, Villa Pamphilij Rugby e Vitersport. Oggi e domani dalle 16 alle 19,30 misurazione gratuita della pressione a Palazzo dei Priori (curato da ABC, Associazione Adulti e Bambini con Cardiopatie), mentre ieri per tutto il giorno in Piazza del Plebiscito sono state effettuate da medici specialisti visite oculistiche (a cura del Lions Club Viterbo). Alle 11, in Sala Consiglio, “Mai più bullismo” (Giovane Tuscia); alle 16,30, “Ruolo e impatto del volontariato”, tavola rotonda in collaborazione con i Centri di servizio per il volontariato del Lazio; alle 18, “L’azione del Lions Club per la promozione delle vaccinazioni”. In Sala Regia alle 16 “Il ruolo del volontariato nelle carceri” (Gavac); alle 17,30 il corto teatrale “Alou tra le ore” (Casa dei diritti sociali della Tuscia). E ancora alle 18, nel cortile di Palazzo dei Priori, il laboratorio della lingua dei segni (tutti gli eventi prevedono la traduzione simultanea nella Lis) e alle 20,15 presso la parrocchia di Santa Barbara la cena del volontariato viterbese.

Domani, dalle 10 alle 19,30, è in programma la Giornata viterbese del dono. In piazza Fontana Grande, piazza del Plebiscito e piazza del Sacrario sarà possibile consegnare generi alimentari e per l’igiene personale, prodotti alimentari per animali e medicinali anche parzialmente utilizzati purché non scaduti a favore dell’Emporio solidale “I care”. Dalle 17,30 alle 19,30 concerti acustici di Fabio Barili & Sara Fochesato (piazza Fontana Grande), Rino e i Migliori Anni (piazza del Plebiscito), Trio Volpara (piazza del Sacrario). In Sala Regia, alle 10, “Nozioni di biodiritto” (a cura del Gruppo Animalista “L’anima del cane”); alle 16 “Donna è vita” con la partecipazione della dottoressa Nadia Accetti. In Sala Consiglio, alle 11, presentazione dei Murales del Volontariato, promossi da Giovane Tuscia e realizzati dagli alunni dell’Iiss “F. Orioli”; alle 11,30 “Progetto Martina: sensibilizzazione per ragazze/i sulla vaccinazione contro il papilloma virus” (Lions Club); alle 17,30, “Sintomi dolorosi distrettuali nel paziente fibromialgico” (Associazione Libellula libera). Gran chiusura domenica con l’appuntamento con “La città a colori”, la kermesse organizzata da Viterbo con amore che dalle 9 alle 20 occuperà al zona del centro storico con arte, sport, folklore, cultura, musica, danza e tanto altro.

Buon Festival.

Decarta racconta la Tuscia