Ecco il Cubo Festival in versione estiva

Ecco il Cubo Festival in versione estiva

Il Cubo Festival raddoppia. La kermesse culturale di Ronciglione propone (da giovedì 25 a domenica 28) la prima edizione all'aperto, evento che va ad amplificare e completare l'offerta invernale, cioè la tradizionale edizione di dicembre.

ADimensione Font+- Stampa

Il Cubo Festival raddoppia. La kermesse culturale di Ronciglione propone (da giovedì 25 a domenica 28) la prima edizione all’aperto, evento che va ad amplificare e completare l’offerta invernale, cioè la tradizionale edizione di dicembre. Esordio, dunque, per l’appuntamento “open air” incorniciato nello splendido (e purtroppo poco conosciuto) borgo medievale del comune sulle sponde del lago di Vico caratterizzato da oltre 70 incontri racchiusi in quattro intensissime giornate in cui si spazierà in ogni angolo della letteratura italiana.

“L’edizione all’aperto è stata possibile – spiega il direttore artistico Italo Leali, accompagnato durante la presentazione ufficiale dalla vice presidente Valentina Vinci – grazie al fatto che la nostra associazione culturale ha vinto il bando della Regione Lazio intitolato ‘Io leggo’. La notizia ci giunse lo scorso 11 dicembre quando si stava appena concludendo il Cubo Festival invernale. E così ci siamo messi al lavoro per approntare un calendario valido e in grado di soddisfare tutti i gusti”.

Intanto va sottolineato che è in programma la Fiera del libro e dell’editoria, evento finora unico nella Tuscia: saranno presenti una ventina di case editrici (delle quali 5 operanti nel Viterbese) che avranno a disposizione gratuitamente uno stand dove potranno presentare le loro pubblicazioni. Giovedì e venerdì dalle 16 alle 22, sabato e domenica dalle 10 alle 22 in varie location del centro storico sono in programma una serie di eventi con la presenza degli autori. “L’anno prossimo – aggiunge il direttore artistico – le case editrici saranno molte di più, viste le richieste ricevute, pensiamo almeno di raddoppiare le presenze”.

Il primo appuntamento di rilievo, dopo l’inaugurazione ufficiale, è dedicato allo scrittore Tommaso Landolfi, nativo di Vico e morto nel 1979 a Ronciglione dove aveva scelto di vivere. E’ in programma il gemellaggio tra le due municipalità e in serata, in piazza degli Angeli, ne parleranno Morgan (poliedrico cantautore che proprio alla produzione letteraria di Landolfi in parte si ispira) e Enrico Ghezzi, inventore di Blob. A seguire il concerto di Pippo Matino e Silvia Barba durante il quale presenteranno il loro ultimo cd dedicato a Lucio Dalla. Tra i tantissimi autori che animeranno le giornate del Festival, anche i viterbesi Giorgio Nisini e Massimo Onofri, oltre a Valerio Magrelli, Roberto Amen, Giulio Cavalli, Francesca Chaouqui, Luca Pulino, Marco Marzocca, Nicola Ravera Rafaele (tanto per fare solo qualche nome).

Continuando in una tradizione ormai consolidata, il Cubo dedicherà particolare attenzione alle scuole. Ogni pomeriggio, infatti, sono in programma laboratori creativi dedicati ai più piccoli: scrittura, burattini e altro ancora. Nel pomeriggio di sabato da non perdere l’evento (con Marco Cubeddu, Giulio Silvano e Matteo Trevisani) proposto dalla rivista Nuovi argomenti sul tema “La presenza dei fantasmi nella letteratura”. Inoltre sarà presentato il progetto “Racconti in gabbia”, realizzato con il patrocinio del garante dei detenuti del Lazio e promosso all’interno delle carceri laziali. Tra i numerosi racconti pervenuti (molti dei quali scritti a mano), una commissione sceglierà i migliori che saranno raccolti in un volume che sarà pubblicato entro fine anno da Historica Edizioni con il contributo del Cubo Festival. “Un altro aspetto davvero emozionante – aggiunge Leali – visto che quanto abbiamo potuto leggere finora ci porta in un mondo per tanti aspetti sconosciuto e coinvolgente”.

Non mancheranno anche eventi di natura artistica con l’installazione “Proiezioni ad arte” di Roberto Ferri che trasformerà i muri delle case del borgo in un suggestivo e innovativo spazio espositivo. Per quanto riguarda le performance musicale, prevista anche l’esibizione del Dimastè Acoustic Trio e del Gruppo Musica Libre che chiuderà domenica sera la kermesse con un concerto omaggio alla musica di Jobim. Durante le quattro serate, infine, sarà possibile assistere alla proiezione sui muri dei luoghi del Festival, di immagini e brani tratti dai più grandi capolavori letterari e dai volumi degli scrittori presenti. La tradizione culinaria locale sarà onorata nei Book restaurant e nei bar dove si potranno gustare aperitivi e squisite pietanze a prezzi davvero contenuti.

Per conoscere il programma completo del Festival, basta visitare il sito www.cubofestival.it o consultare l’apposita pagina Facebook (info e prenotazioni al numero 393-9373586). Naturalmente tutti gli eventi sono completamente gratuiti.