Se Gloria fosse realizzata con una stampante 3D?

Se Gloria fosse realizzata con una stampante 3D?

Gloria stampata con una stampante 3D? Sogno o realtà? Quella che sembra essere a tutti gli effetti una Macchina della tradizione potrebbe aprire le porte del futuro.

ADimensione Font+- Stampa

Gloria stampata con una stampante 3D? Sogno o realtà? Quella che poteva sembrare una Macchina tradizionale, potrebbe rivelarsi invece quella che apre le porte del futuro per una festa, come il Trasporto della Macchina di Santa Rosa, che fa della tradizione uno dei suoi valori fondanti. A spiegare l’idea è l’ideatore di Gloria Raffaele Ascenzi che, ospite di Funamboli on air su Radio Verde, ha detto di aver pensato alla possibilità di utilizzare grandi stampanti in 3D per la Macchina. Per ora, però, l’idea forse sarà messa in pratica solamente in parte.

“Realizzare tutta la Macchina con una stampante in 3 dimensioni sarà più facile nei prossimi anni. Il materiale con cui viene fatta una struttura così imponente – ha spiegato Ascenzi – dovrà essere certificato. Molto più facile farlo oggi con l’acciaio o l’alluminio, ad esempio. In futuro però si potrebbe pensare di realizzare le Macchine in questo modo, rendendo la Macchina portante, senza struttura interna”.

 

Schermata 2015-01-28 a 20.00.44

 

Un volo nel futuro che però è già cominciato e non solo nella realizzazione del bozzetto, stampato a Terni con la tecnica della stereolitografia (un momento del procedimento è visibile nel video di presentazione di Gloria, guardalo qui). Un procedimento che, detto in parole molto povere, porta a solidificare un liquido resinoso tramite un bombardamento laser (leggi qui per più informazioni). Un volo nel futuro, dicevo, che proseguirà, forse, nella realizzazione di alcuni elementi. “Ci sono – ha spiegato Ascenzi – dei fresatori robotizzati che possono scolpire blocchi di polistirolo e potrebbero essere utilizzati per angeli e facchini”.

Il beneficio di questa tecnica è la l’estrema precisione di questo tipo di realizzazione che è resa possibile dall’elaborazione grafica in 3d (guarda tutte le immagini di Gloria in 3D qui). Elaborazione che è stata fatta per il progetto firmato da Raffaele Ascenzi da Luigi Vetrani “mio braccio destro fondamentale”, ha concluso.