È il giorno di Shakespeare, Qda al lavoro per sottolinearne i rapporti con Viterbo

È il giorno di Shakespeare, Qda al lavoro per sottolinearne i rapporti con Viterbo

Anche a Viterbo c'è chi oggi è pronto a spegnere le candeline su questo importante anniversario. Parliamo del direttore artistico di Quartieri dell'Arte Gian Maria Cervo e di tutto il mondo cittadino che ruota intorno all'importante festival di drammaturgia contemporanea.

ADimensione Font+- Stampa

E’ il giorno di William Shakespeare, ricorrono oggi 400 anni dalla morte ma anche il suo compleanno. Il Bardo nacque a Stratford-upon-Avon il 23 aprile del 1564 e morì nello stesso luogo sempre il 23 aprile del 1616.

Anche a Viterbo c’è chi oggi è pronto a spegnere le candeline su questo importante anniversario. Parliamo del direttore artistico di Quartieri dell’Arte Gian Maria Cervo e di tutto il mondo cittadino che ruota intorno all’importante festival di drammaturgia contemporanea.

Quest’anno, per la ventesima edizione di QdA, ci sarà un particolare omaggio al grande inglese. Soprattutto il lavoro di Quartieri dell’Arte sarà orientato a ricordare i legami tra Shakespeare e Viterbo.

“Sottolineeremo questo legame importante e che fa bene al prestigio della città – le parole di Cervo – riportando in scena il Pericle nei luoghi di Goffredo da Viterbo. Un lavoro in collaborazione con il British Council e sviluppato tenendo conto che proprio Goffredo è la principale fonte d’ispirazione del Pericle. Ricordo che stiamo parlando del testo shakesperiano che fece più incassi negli anni in cui il Bardo era ancora in vita”.

Il poeta, famoso in tutto il mondo, ha scritto più di 40 opere e più di 150 sonetti – che sono tutt’ora molto amati. Tra le tante curiosità di questi festeggiamenti c’è l’iniziativa della famosa casa di giochi Lego, che ha deciso di creare un tributo in chiave moderna in onore dell’autore di Romeo e Giulietta. Usando le fattezze dei loro ben noti omini gialli, la Lego, ha ricreato le scene più famose di alcuni dei più grandi lavori del poeta. In onore del grande evento, piccole scene estrapolate da Romeo e Giulietta, Macbeth e Midsummer Night’s Dream sono state rivisitate e immortalate sotto forma di mattoncini lego.

“Lo celebriamo con grande piacere, anche perché QdA è nato con Shakespeare – conclude il direttore artistico Cervo -. Il primo spettacolo della nostra ventennale storia è stato Sonetto, interpretato da Edoardo Sanguineti e prodotto dal Teatro Carlo Felice di Genova.

Poi negli anni il nostro rapporto con Shakespeare si è consolidato con la messa in scena di inediti, alcuni rappresentati per la prima volta a Viterbo in lingua italiana”.

Decarta racconta la Tuscia