Dopo 24 anni insieme Massimiliano e Maurizio si sono sposati

Dopo 24 anni insieme Massimiliano e Maurizio si sono sposati

Michelini ha celebrato la prima unione civile del capoluogo fra persone dello stesso sesso. "Fui uno dei primi a sostenere la coppie di fatto"

ADimensione Font+- Stampa

Grande festa questa mattina a Viterbo per la prima unione civile del Comune. Protagonisti della giornata Massimiliano Di Giampietro e Maurizio Rumori, che dopo 24 anni insieme hanno finalmente potuto coronare il loro sogno e sposarsi nella sala delle bandiere di Palazzo dei Priori.

Il sindaco Michelini ha officiato la cerimonia con grande soddisfazione personale, visto che con questo gesto entra nella storia della città come il primo a celebrare un unione civile con una coppia dello stesso sesso.

“A suo tempo – ha detto Michelini – sono stato tra i primi sindaci a sostenere con convinzione l’istituzione del registro delle coppie di fatto. Viterbo è stata tra le prime città a sostenere questo diritto. Il diritto di scegliere liberamente con chi condividere la propria vita. Ma fino a qualche mese fa si era ancora un po’ zoppi a livello normativo. La nuova  legge  ha finalmente riconosciuto questo diritto alla libertà di scegliere. Sono felice di aver ufficializzato e legittimato un legame tra due persone che si amano e si rispettano da oltre venti anni, ma anche per aver contribuito ad aumentare il grado di civiltà di questa città e dell’Italia. Un Paese con più diritti è un Paese più ricco e con più coscienza sociale”.

Tanti i presenti all’evento fra parenti e amici, ma anche qualche curioso che fuori da Palazzo dei Priori ha potuto assistere a questo primo evento per Viterbo, il terzo ormai nella Tuscia. I primi sono stati Pietro e Ivaylo a Civita Castellana, che al termine della cerimonia hanno anche ricevuto gli auguri della senatrice Cirinnà, autrice della legge che gli ha permesso di unirsi civilmente.