Di nuovo interrogazioni, poi Consiglio sulla decadenza di Moltoni a rischio mancanza numero legale

Di nuovo interrogazioni, poi Consiglio sulla decadenza di Moltoni a rischio mancanza numero legale

Oggi pomeriggio tornano in aula i consiglieri comunali dopo la burrascosa seduta di l’altro ieri dedicata alle interrogazioni. La seduta, interrotta alle 13, ha lasciato l’amaro in bocca a 6\7 consiglieri che non hanno potuto rivolgere le proprie domande alla giunta.

ADimensione Font+- Stampa

Il Consiglio riparte dalle interrogazioni, ma poi torna il rischio mancanza numero legale. Oggi pomeriggio tornano in aula i consiglieri comunali dopo la burrascosa seduta di l’altro ieri dedicata alle interrogazioni. La seduta, interrotta alle 13, ha lasciato l’amaro in bocca a 6\7 consiglieri che non hanno potuto rivolgere le proprie domande alla giunta. E così la prima parte del Consiglio comunale sarà di nuovo dedicata alle interrogazioni, prima che si proceda a discutere dei punti all’ordine del giorno.

La causa del ritardo, addossata dalla maggioranza al consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca De Dominicis che aveva chiesto di discutere dei punti iscritti all’odg, in realtà era stata la pausa di un’ora fatta dal Consiglio per permettere a tutti di farsi un’idea sulla proposta. Ma non solo. Il Consiglio infatti, a causa del ritardo dei consiglieri dei maggioranza, non è potuto iniziare prima delle 10.30, nonostante fosse stato convocato per le 9.30.

E così oggi l’aula tornerà a riempirsi per le interrogazioni, per poi rischiare di svuotarsi subito dopo. La conferenza dei Capigruppo infatti ha messo al primo punto dell’ordine del giorno la questione della decadenza di Francesco Moltoni. Una questione altamente divisiva e che potrebbe portare la minoranza ad uscire dall’aula, escluso De Dominicis favorevole, e alla maggioranza spaccarsi. Già sono infatti annunciate alcune assenze.

Alla maggioranza servono 17 consiglieri per mantenere il numero legale, due appena in meno rispetto ai consiglieri che ha disposizione. Tre, se si conta il consigliere pentastellato che potrebbe invece mantenere il numero per procedere alla votazione. La coperta, considerando Arduino Troili chiamatosi fuori dai giochi, è dunque molto corta e la maggioranza rischia di veder saltare un’altra volta il Consiglio. Appuntamento alle 15.30.