‘Dentro/Oltre Santa Rosa’, il libro fotografico di studenti Unitus e del Ruffini

‘Dentro/Oltre Santa Rosa’, il libro fotografico di studenti Unitus e del Ruffini

Il lavoro degli studenti del laboratorio fotografico Disucom 2017 finisce in vetrina. Edizioni Settecittà pubblica, nei giorni più importanti del capoluogo viterbese, un volume fotografico completamente realizzato dagli studenti dell’Università degli Studi della Tuscia e da un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Ruffini all’interno del progetto alternanza scuola lavoro.

ADimensione Font+- Stampa

Il lavoro degli studenti del laboratorio fotografico Disucom 2017 finisce in vetrina. Edizioni Settecittà pubblica, nei giorni più importanti del capoluogo viterbese, un volume fotografico completamente realizzato dagli studenti dell’Università degli Studi della Tuscia e da un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Ruffini all’interno del progetto alternanza scuola lavoro.

‘Dentro/Oltre Santa Rosa’ è un lavoro corale dove si intrecciano punti di vista diversi tutti accomunati dalla passione per la fotografia: fermare attimi in un clic diviene la missione di questi ragazzi che insieme hanno saputo creare un fine lavoro di condivisione. Bianco e rosso sono i colori del volume che campeggia nelle vetrine delle librerie viterbesi, in ricordo di quella leggendaria uniforme che la sera del 3 Settembre sfila orgogliosa per le vie della città.

Macchina fotografica alla mano, si parte a caccia di scatti. Le fotografie all’interno del volume sono tutte diverse e, ognuna immortala un attimo fugace che ripercorre la festa viterbese: ci sono i volti del corteo storico che attraversa solenne il centro cittadino, le facce dei bambini che in trepidante attesa aspettano, con il naso all’insù che la magia della macchina si ripeta e ci sono gli scatti in notturna, quelli dove l’assoluta regina della festa è lei, Santa Rosa. Niente didascalie, le immagini assolvono tutti i compiti di un testo.

Il laboratorio fotografico Disucom e la collaborazione con il Liceo Scientifico Ruffini pone al centro di questo progetto, la voglia di scoprire in un modo tutto nuovo l’uso del mezzo fotografico e, soprattutto, il desiderio di unire tanti punti di vista diversi intorno ad un tema così fortemente sentito sul territorio viterbese.

Sguardi diversi si sono incrociati in un volume che è nato anche grazie alla fiducia di professionisti del settore e di docenti che hanno creduto in questo progetto e hanno impiegato le proprie risorse ed energie in una missione che va oltre i banchi di scuola e le aule universitarie.

Santa Rosa è anche questo: condivisione, attesa, scoperta, dialogo tra generazioni. Unione.

Banner
Banner
Banner