Delli Iaconi: «non è Scaparro l’uomo per l’Unione»

Delli Iaconi: «non è Scaparro l’uomo per l’Unione»

"Non è Scaparro l'uomo per l'Unione". Ad annunciarlo è stato ieri in consiglio comunale l'assessore alla cultura Antonio Delli Iaconi.

ADimensione Font+- Stampa

“Non è Scaparro l’uomo per l’Unione”. Ad annunciarlo è stato ieri in consiglio comunale l’assessore alla cultura Antonio Delli Iaconi. La vicenda, che aveva visto il noto regista e critico teatrale Maurizio Scaparro comparire all’interno del Teatro Unione in una sorta di sopralluogo in compagnia del sindaco Michelini e dell’assessore Delli Iaconi, è stata affrontata ieri durante il consiglio comunale.

Rispondendo a una interrogazione posta dalla minoranza, Delli Iaconi ha smentito che Scaparro fosse stato, o stia per essere, incaricato di un ruolo di supervisore dei lavori o di direttore, nel prossimo futuro, dello stesso. “Scaparro ha prodotto spettacoli a Viterbo qualche anno fa. È stata solamente una visita di cortesia e – ha concluso l’assessore alla cultura – non è in cerca di poltrone”.

Quanto ai tempi di riapertura non v’è certezza, ma sembra evidente che quelli indicati qualche tempo fa dall’assessore Saraconi a La Fune che aveva previsto l’apertura del sipario nel 2014 (leggi) non potranno essere rispettati.