‘Degustando la Pasqua’, il meglio della Tuscia nel cuore di Viterbo

‘Degustando la Pasqua’, il meglio della Tuscia nel cuore di Viterbo

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” dice un vecchio detto. In questo caso però la tradizione è il miglior modo per passare le prossime festività pasquali con i prodotti d’eccellenza della Tuscia.

ADimensione Font+- Stampa

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” dice un vecchio detto. In questo caso però la tradizione è il miglior modo per passare le prossime festività pasquali con i prodotti d’eccellenza della Tuscia.

Inaugurata questa mattina alla ex Chiesa di Sant’Egidio in pieno centro, l’ottava edizione di ‘Degustando la Pasqua’ organizzata da Confartigianato. Nei giorni 23-24- 25 marzo si alterneranno tutta una serie di eventi, degustazioni e
mostre d’arte dedicati ai prodotti che rispettano la tradizione pasquale del territorio.

Presente alla manifestazione il vescovo di Viterbo, Mons. Lino Fumagalli, che ha posto l’accento sull’importanza, per le imprese del territorio, di fare rete, di lavorare insieme in armonia per poter aumentare le possibilità di lavoro in questo campo e soprattutto per “raccontare a chi vive fuori da questo ricco territorio, quanta bellezza esso racchiude al suo interno. Persone e professionisti ovviamente compresi”.

Tanti gli espositori coinvolti nell’iniziativa: le aziende agricole, i consorzi, i frantoi, le pasticcerie e le associazioni che operano sul territorio e si fanno portavoce della genuinità e della bontà dei prodotti che nascono in terra di Tuscia e che finiscono sulle nostre tavole. Per tutta la durata della manifestazione, saranno presenti tutti i protagonisti dell’evento che racconteranno la loro attività con assaggi golosi con tipici prodotti pasquali.

Patner dell’iniziativa la Diocesi di Viterbo, il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, il Museo del vino e delle scienze agroalimentari di Castiglione in Teverina e tante altre piccole associazioni del territorio.