Decadenza, l’analisi punto per punto

Decadenza, l’analisi punto per punto

Questo pomeriggio a partire dalle 15.30 i consiglieri comunali arriveranno nella Sala d’Ercole di Palazzo dei Priori. All’ordine del giorno una bella litigata sulla vita o morte politica di Francesco Moltoni.

ADimensione Font+- Stampa

La decadenza di Francesco Moltoni approda in Consiglio. O almeno così dovrebbe. Questo pomeriggio a partire dalle 15.30 i consiglieri comunali arriveranno nella Sala d’Ercole di Palazzo dei Priori. All’ordine del giorno una bella litigata sulla vita o morte politica di Francesco Moltoni. Sul capo dell’ex consigliere di maggioranza, recentemente passato all’opposizione pende una condanna della Corte dei Conti a pagare 80mila Euro di risarcimento al Comune di Viterbo per un atto votato quando era assessore in epoca Gabbianelli. Un atto che aveva il placet degli uffici e che per questo motivo suona bizzarra la decisione della Corte dei Conti. A nulla erano valsi i ricorsi suoi e di tutti i suoi colleghi assessori di quella Giunta, tanto che ad essere vicino alla decadenza è stato per lungo tempo anche l’altro consigliere di Oltre Le Mura proveniente da quella esperienza Maurizio Tofani.

 

Perché si parla di decadenza solo per Francesco Moltoni?

Francesco Moltoni non ha ancora pagato, e non lo farà, il risarcimento al Comune di Viterbo aprendo di fatto una controversia con il Comune stesso. A definire l’incompatibilità è infatti la controversia e non la condanna. Maurizio Tofani ha invece recentemente pagato il conto con il Comune di Viterbo liberandosi della situazione di imbarazzo.

 

Criticità

Il saldo per conto dei due consiglieri avrebbe dovuto essere pagato da una assicurazione stipulata ai tempi della giunta Gabbianelli. Quella assicurazione non avrebbe pagato e a gennaio 2016 è attesa la sentenza su questo punto. Qualora il ricorso fosse vinto ecco allora che Moltoni potrebbe pagare e liberarsi della situazione di incompatibilità.

 

Cosa succede oggi

Oggi al via la prima parte del processo di decadenza. La procedura prevede infatti varie fasi. L’avvio della pratica, le “difese” del consigliere e il voto. Tre fasi per tre consigli. Considerando un minimo di 10 giorni tra un Consiglio e l’altro eccoci arrivati a Natale, quindi al 2016.

 

Cosa succede oggi\2

La prima prova di oggi è quella dei numeri. La maggioranza avrà il numero legale? Viste le ultime uscite sembra difficile. Visto l’ultimissimo Consiglio, quello della sfiducia, invece sembrerebbe che la maggioranza possa esserci. L’impressione è che qualcuno possa mancare, ma è difficile fare una previsione precisa.

 

Equilibri politici

Claudio Mecozzi, primo dei non eletti di Oltre Le Mura, sarebbe un fedelissimo di Leonardo Michelini, quindi la maggioranza avrebbe tutto l’interesse a farlo entrare in Consiglio al posto dell’ormai oppositore Francesco Moltoni. Insomma una questione anche di numeri.

 

Tofani assessore

Maurizio Tofani da tempo è considerato in procinto di entrare in Giunta al posto di Andrea Vannini. Con la decadenza di Francesco Moltoni e l’entrata in Consiglio di Mecozzi, si aprirebbe dunque un’altra posizione in Consiglio comunale: la seconda dei non eletti è infatti Vita Sozio, considerata più vicina all’opposizione che alla maggioranza.