De Dominicis: “Se la Raggi vince a Roma è un bene anche per Viterbo”

De Dominicis: “Se la Raggi vince a Roma è un bene anche per Viterbo”

"A Viterbo è' stata fatta un'operazione di temporeggiamento, ora è attiva la classica melina. Una condizione di attesa in cui hanno condannato la città", così il leader del Movimento Cinque Stelle De Dominicis.

ADimensione Font+- Stampa

I sondaggi danno in vantaggio per le amministrative del Campidoglio la candidata Cinque Stelle Virginia Raggi. Una prospettiva che è seguita con grande interesse anche dai pentastellati viterbesi. Abbiamo intervistato il portavoce al Comune di Viterbo Gianluca De Dominicis per fare un punto.

Avete trovato una Raggi viterbese?

“Noi cerchiamo sempre. Siamo molto contenti della scelta di Vetralla, farà sicuramente bene. E c’è fermento in generale”.

Vincerete a Roma?

“Spero per la città, essendo anche romano, di sì. Non è solo la Raggi però a essere interessante, c’è un gruppo di persone che lavora da tempo per il cambiamento nella capitale. Abbiamo una buona possibilità, spero che i romani la colgano”.

State allacciando rapporti diretti con i romani. Un sindaco Cinque Stelle a Roma potrebbe essere molto interessante per le vostre prospettive anche su Viterbo …

“Se vinciamo a Roma cambierebbero anche i rapporti della capitale con le altre città. Oggi c’è la capitalea che capitalizza tutto, anche a livello di fondi regionali, e le province sono messe sempre in secondo piano. Guardate, per esempio, il discorso trasporti e il resto. Se vince il Movimento si apre anche per Viterbo un rapporto di dialogo con la capitale. Mi porto avanti con il lavoro e cerco di costruire già un rapporto diretto, anche se diversi del gruppo romano li conosciamo già”.

Amministrazione Michelini, c’è una nuova situazione?

“No, non andando al voto a giugno la possibilità di cambiamento è stata rimandata. E’ stata fatta un’operazione di temporeggiamento, ora è attiva la classica melina. Una condizione di attesa in cui hanno condannato la città. Io non vedo niente di nuovo, non so voi…”.

Non è cambiato il clima dentro la maggioranza?

“All’ultimo consiglio sull’anticipazione del punto si sono spaccati di nuovo. Alla faccia del cambiamento di clima …  Secondo me avranno problemi anche su questo bilancio. E’ vero che hanno attivato un dialogo ma perché sono costretti dalle circostanze. Hanno bisogno di dare dei contentini, ma la programmazione continua a mancare. Prevedo che alla fine scontenteranno tutti”.

Voi Cinque Stelle che farete in fase di decisione del bilancio?

“Abbiamo proposte per il bilancio, che in parte sono quelle dello scorso anno. Faremo le nostre proposte, soprattutto sul sociale e sulla limitazione degli sprechi. Riproporremo la ricetta dello scorso anno e vedremo che atteggiamento avranno”.

 

Decarta racconta la Tuscia