Da Viva Viterbo a Forza Europa, mercoledì a Viterbo Benedetto Della Vedova

Da Viva Viterbo a Forza Europa, mercoledì a Viterbo Benedetto Della Vedova

Forza Europa! Questa la tigre che a livello politico nazionale rappresentanti del movimento civico Viva Viterbo intendono cavalcare. Un progetto portato avanti dal senatore Benedetto Della Vedova (Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale) e da un pezzo della storia dei radicali italiani Emma Bonino.

ADimensione Font+- Stampa

Forza Europa! Questa la tigre che a livello politico nazionale rappresentanti del movimento civico Viva Viterbo intendono cavalcare. Un progetto portato avanti dal senatore Benedetto Della Vedova (Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale) e da un pezzo della storia dei radicali italiani Emma Bonino.

Domani la conferenza stampa, ore 10.30 presso l’Enoteca Magna Magna (Via dei Pellegrini 2), della conferenza viterbese di presentazione del movimento Forza Europa e del suo comitato provinciale. 

Saranno presenti lo stesso Della Vedova, il consigliere comunale Viva Viterbo Filippo Rossi, il portavoce Viva Viterbo Giacomo Barelli e l’economista Piercamillo Falasca. 

“Noi crediamo che la prossima campagna elettorale sarà un confronto tra chi è contro l’Europa e chi invece pensa che l’Unione Europea e una sempre maggiore integrazione del Vecchio Continente siano il destino migliore possibile per noi e per le future generazioni. A partire dall’esperienza di questi mesi di incontri, iniziative e dibattiti, con Forza Europa cominciamo il lavoro per una Lista radicalmente europeista e riformatrice alle prossime elezioni politiche del 2018 – il messaggio degli organizzatori ai cittadini -.

Vogliamo farlo non da soli, ma con tutti quelli che condividono la nostra visione e che intendono opporsi all’ampio fronte sovranista e populista che in Italia – più che altrove – potrebbe seriamente conquistare il governo del Paese.

Rivolgiamo le nostra attenzione e la nostra piena disponibilità a tutte le persone e a movimenti, associazioni ed esperienze politiche cittadine e locali che in questi mesi abbiamo conosciuto e che con noi hanno promosso iniziative pro-Europa in giro per l’Italia. La sfida è complessa e ambiziosa, ma la consideriamo necessaria e affascinante”.