Da Viterbo un messaggio ambientale di valore nazionale. Evento di lancio per ‘Amici del Creato’ alla presenza di Del Sette, Sassoli e Carosi

Da Viterbo un messaggio ambientale di valore nazionale. Evento di lancio per ‘Amici del Creato’ alla presenza di Del Sette, Sassoli e Carosi

Tra le molte personalità che interverranno anche il Comandante Generale dei Carabinieri Tullio Del Sette, il Vice Presidente della Corte Costituzionale Aldo Carosi e il Vice Presidente del Parlamento Europeo David Maria Sassoli.

ADimensione Font+- Stampa

Tutela dell’ambiente, da Viterbo un segnale forte e importante a livello nazionale. Sabato 14 gennaio la prima uscita pubblica dell’associazione ‘Amici del Creato’. E per l’appuntamento – fissato per le ore 9 nello spazio dell’Auditorium di Valle Faul – sono attesi interventi di altissimo livello.

Tra le molte personalità che interverranno anche il Comandante Generale dei Carabinieri Tullio Del Sette, il Vice Presidente della Corte Costituzionale Aldo Carosi e il Vice Presidente del Parlamento Europeo David Maria Sassoli. A organizzare il tutto la Fondazione Sorella Natura, che ha deciso di dare vita a un’associazione di volontariato denominata appunto ‘Amici del Creato’. Una scelta incoraggiata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha messo a disposizione la Tenuta di Castel Porziano per un evento il 6 ottobre scorso in cui la FSN ha presentato insieme al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Del Sette il progetto.

Il Convegno di Viterbo è il primo evento della nuova associazione, il cui scopo primario è quello di formare, con un apposito corso messo a punto in collaborazione con Università Bocconi e altre, le Guardie Ambientali Volontarie. Una forma di partecipazione concreta alla salvaguardia e protezione della Natura, dell’Ambiente e dei Beni Culturali, secondo il motto “Amare e custodire il Creato: educazione, legalità, valorizzazione”.

Nel suo discorso di apertura dell’evento di Castel Porziano del 6 ottobre, il Segretario Generale della Fondazione Sorella Natura Umberto Laurenti ha delineato il programma futuro della Fondazione: “In coerenza con i nostri valori e il nostro passato, siamo qui per ascoltare ed apprendere, ma anche, e direi soprattutto, per verificare tutti insieme con quali modalità il messaggio complessivo sulla difesa della natura e dell’ambiente, può essere portato con rapidità, credibilità e successo tra i cittadini e in particolare tra i giovani.

La FSN continua il suo tradizionale lavoro basato soprattutto sull’approfondimento della saggia ecologia e sull’educazione ambientale. Ma ora, attraverso la creazione degli Amici del Creato-Associazione Internazionale di Volontariato Ambientale e in particolare delle Guardie Ambientali Volontarie, vuole dare un segnale di concretezza attraverso la presenza di volontari formati, impegnati nel territorio, portatori di specifiche competenze professionali nell’attività di volontariato e portatori di esperienza associativa e di soluzione dei problemi della collettività, all’interno degli ambienti di lavoro e delle aziende”.

La ricaduta positiva per il territorio, in termini di salvaguardia e cura dell’ambiente, è facilmente intuibile, e potrà essere assecondata dalle Istituzioni: la riforma legislativa del Terzo Settore, del Volontariato e del Servizio Civile Universale è un primo segnale positivo, come potrà essere utilissima la adozione da parte dei Comuni del baratto amministrativo, previsto dalla recente Legge di Stabilità, grazie al quale i cittadini indigenti potranno pagare alcune imposte locali mediante attività volontarie svolte a beneficio della collettività in programmi gestiti da associazioni. Da Viterbo viene aperta una nuova prospettiva per il futuro di cui si sentirà molto parlare.

laurenti