Corsa al «salvinismo»: Lega Federalista ospite della Lega Nord a Milano

Corsa al «salvinismo»: Lega Federalista ospite della Lega Nord a Milano

Dopo la partecipazione all'evento che annunciato la nascita del coordinamento delle Leghe del Sud "Noi con Salvini" per Umberto Fusco e Maurizio Pinna la visita nel quartier generale del Carroccio e l'incontro con Salvini.

ADimensione Font+- Stampa

Fusco-Roberto Poletti Rete 4- Salvini WEBUmberto Fusco e Lega Federalista ospiti della Lega Nord e Salvini “per gettare le basi per le prossime attività sul nostro territorio e a favore del territorio”. Dopo la partecipazione all’evento che annunciato la nascita del coordinamento delle Leghe del Sud “Noi con Salvini” per Umberto Fusco e Maurizio Pinna la visita nel quartier generale del Carroccio.

 

 

La nota di Lega Federalista

“Il 2015 è alle porte – così Fusco – e grazie alla totale disponibilità dei nostri amici di Lega Nord abbiamo voluto gettare le basi per le prossime attività sul nostro territorio e a favore del territorio”.

Il primo incontro, programmato e rispettato al secondo, è stato alla Regione Lombardia dove la delegazione viterbese era attesa dall’assessore al bilancio Massimo Garavaglia. Vecchia conoscenza di Fusco nei tempi duri per la Lega, Garavaglia, memore di questa provata lealtà, reciproca stima e dall’importante attività che il gruppo leghista di Fusco conduce sul territorio viterbese con il coordinatore Maurizio Pinna, ha dato la sua piena disponibilità per una serie di iniziative sia nella Tuscia sia nel Lazio, ma sempre a guida “Noi con Salvini – Lega Federalista”. Senza anticipare oltre, in attesa di definire i particolari, Lega Federalista dovrebbe avere l’opportunità di favorire la promozione delle aziende viterbesi ad una manifestazione a Milano, parallela a Tuscia Expo. In tal senso, il coordinatore Pinna, ha già individuato e riferito a Fusco alcuni settori che potrebbero trarne beneficio facendo ben figurare la Tuscia.

Ma altre attività potrebbero andare a segno, grazie alle figure di spicco che Garavaglia ha invitato a sedersi al tavolo di lavoro dove, con immensa gioia per Fusco e Pinna, li ha raggiunti l’ex senatore Fabio Rizzi, ora consigliere alla Regione e presidente della Commissione sanità. Rizzi, un medico che ha speso tutta la sua competenza per riformare la sanità in Lombardia, portandola ad essere un esempio da seguire. Ma anche questa conoscenza potrebbe diventare un’opportunità per il territorio viterbese, se solo il territorio lo chiedesse senza gelosie, servilismi e sottomissioni a quei poteri che hanno danneggiato la nostra stessa sanità.

Dopo le foto di rito e lo scambio di auguri l’intensa giornata prosegue in via Bellerio, quartier generale di Lega Nord. Lì ad attendere la delegazione di Noi con Salvini – Lega Federalista, c’era il segretario Alessandro Panza a fare da padrone di casa in attesa dell’arrivo di Matteo Salvini. “Anche qui – così Fusco – sono rimasto affascinato dalla loro struttura organizzativa. C’erano alcune senatrici che da Roma continuavano il lavoro prima dei pochi giorni di vacanze natalizie. Tutti sapevano tutto di noi e, tra i presenti, ci presentavano come quelli della prima ora, quelli dei tempi non sospetti”.

Arriva Salvini. Sono diventate rare le sue presenze al Q.G. perché è sempre in viaggio per condurre le battaglie che tutti conosciamo. Calorosi abbracci come tra amici, scambio di battute, approfondimenti di natura politica e la promessa del Segretario Salvini che a breve tornerà nel nostro territorio. E’ arrivata l’ora dello scambio di auguri per le prossime festività, ma un augurio particolare emerge, neppure troppo velatamente, per il nuovo anno: la caduta dell’ennesimo distruttivo governo e della venuta di un nuovo presidente più adatto all’Italia e agli italiani. A Matteo Salvini Maurizio Pinna offre un dono personale, un pezzo di storia viterbese documentata attraverso il suo voluminoso libro “Viterbo dal fascismo alla guerra con uno sguardo ai nostri giorni”. Anche in via Bellerio il movimento viterbese “Noi con Salvini – Lega Federalista” ha preso impegni, sì, a favore del territorio, ma rinforzando quell’unità d’intenti con Lega Nord che deve mirare a risolvere, prima di tutto, i problemi della nazione. Fusco e Pinna su questo punto sono categorici: “Non ci può essere futuro per il nostro territorio se non si risolveranno prima i gravi problemi di competenza dello Stato. Di quello che Stato che non rappresenta i cittadini italiani, le persone oneste, i lavoratori, le nostre aziende, le famiglie, la sicurezza. Ma anche di quello stesso Stato che non rispetta e valorizza, anzi penalizza, la missione delle forze dell’ordine e delle forze armate. La vergognosa situazione in cui si trovano nostri Marò per il secondo santo Natale nei tre anni di prigionia ingiustificata, sono un esempio della pericolosa assenza e dell’incapacità dello Stato, ma anche la depenalizzazione dei reati, la chiusura di alcuni presidi di polizia e dei Vigili del Fuoco non sono secondi ai peggiori problemi che minacciano gli italiani”.