Consorzio di Bonifica Tevere Nera, si apre un nuovo cammino

Consorzio di Bonifica Tevere Nera, si apre un nuovo cammino

La nuova strategia è stata messa a punto durante il vertice, promosso dalla Coldiretti, tra il presidente del Consorzio, Massimo Manni e i sindaci di Viterbo, Castiglione in Teverina, Bomarzo, Civitella, Vitorchiano, Bassano in Teverina, Bagnoregio, Graffignano e Orte.

ADimensione Font+- Stampa

Accordi di programma con ciascun singolo comune per raccogliere le istanze individuali di ogni territorio e pianificare interventi mirati. È la modalità operativa che segna il percorso del rinnovato accordo di collaborazione tra il Consorzio di Bonifica Tevere Nera di Terni e gli amministratori dei nove comuni viterbesi che ricadono sotto la sua giurisdizione.

La nuova strategia è stata messa a punto durante il vertice, promosso dalla Coldiretti, tra il presidente del Consorzio, Massimo Manni e i sindaci di Viterbo, Castiglione in Teverina, Bomarzo, Civitella, Vitorchiano, Bassano in Teverina, Bagnoregio, Graffignano e Orte.

“Piena sintonia con i sindaci, che hanno condiviso – spiega Manni – le linee strategiche delle attività consortili, a cominciare dalla rimodulazione dei servizi con abbattimento dei costi a carico dei contribuenti. Ho illustrato il piano per riportare in amministrazione diretta la gran parte degli interventi di manutenzione e dettagliato i tempi dei lavori per il potenziamento della rete irrigua, quella alimentata dalla vasca realizzata a Castiglione grazie ai fondi del Ministero delle Politiche Agricole”.

Da gennaio, inoltre, il presidente della Bonifica Tevere Nera incontrerà individualmente i sindaci dei nove comuni viterbesi serviti dal Consorzio. “Abbiamo delineato un percorso autenticamente operativo nell’ottica delle nuove funzioni e competenze delle bonifiche, sempre più direzionate nelle attività di salvaguardia del territorio e mitigazione del rischio idrogeologico” ha commentato il presidente della Coldiretti di Viterbo, Mauro Pacifici, alla fine del vertice.

“Il Consorzio – ha aggiunto il direttore Alberto Frau – ha raccolto le istanze della Coldiretti e degli amministratori locali in un confronto ispirato alla reciproca collaborazione. Abbiamo concordato, grazie alla disponibilità del presidente Manni, una serie di interventi – per il potenziamento del servizio irriguo e per la manutenzione dei contesti rurali che ospitano attività produttive – che risulteranno utili non solo agli imprenditori agricoli, ma all’intera comunità delle città viterbesi servite dal Tevere Nera”.

Banner
Banner
Banner