Consiglio sul Teatro dell’Unione, maggioranza spaccata: farlo saltare o no?

Consiglio sul Teatro dell’Unione, maggioranza spaccata: farlo saltare o no?

Il Consiglio sul Teatro dell’Unione spacca il centrosinistra: in ballo c’è il Consiglio comunale aperto di domani, martedì, dedicato proprio alla gestione del Palazzo.

ADimensione Font+- Stampa

Il Consiglio sul Teatro dell’Unione spacca il centrosinistra: in ballo c’è il Consiglio comunale aperto di domani, martedì, dedicato proprio alla gestione del Palazzo.

Da un lato ci sarebbe l’assessore Antonio Delli Iaconi, supportato dal sindaco Leonardo Michelini, che vorrebbe che il Consiglio si svolgesse, nonostante tutto. Nonostante le critiche che l’amministrazione sa che otterrà e nonostante le idee per la riapertura del Teatro non piacciano a molti, Delli Iaconi e con lui anche alcuni consiglieri di maggioranza, vorrebbero che il Consiglio aperto, chiesto dalla minoranza, si tenesse e che i consiglieri mantenessero per questo il numero legale.

Dall’altro lato però ci sono, trasversalmente al posizionamento politico delle varie anime del centrosinistra, alcuni consiglieri che remano affinché il numero legale non ci sia. Il problema sono proprio quelle critiche che la maggioranza sa che pioverebbero in caso si tenesse una discussione aperta sul tema. Insomma, una parte della maggioranza ritiene che non parlarne, tirandosi addosso per questo delle critiche, sia meglio che parlarne male.

Quello che doveva essere il fiore all’occhiello dell’attività amministrativa di Leonardo Michelini sta dunque diventando un boomerang.

Banner
Banner
Banner