Comunali Viterbo – Consiglieri di Forza Italia sul piede di guerra: “Inaccettabile quanto deciso da Bacocco, ha preso 286 voti a Viterbo”

Comunali Viterbo – Consiglieri di Forza Italia sul piede di guerra: “Inaccettabile quanto deciso da Bacocco, ha preso 286 voti a Viterbo”

Il gruppo consiliare Forza Italia del Comune di Viterbo "si ribella" alle decisioni dei responsabili locali del partito sulla formazione di una delegazione per le trattative sul candidato sindaco unitario del centrodestra.

ADimensione Font+- Stampa

Il gruppo consiliare Forza Italia del Comune di Viterbo “si ribella” alle decisioni dei responsabili locali del partito sulla formazione di una delegazione per le trattative sul candidato sindaco unitario del centrodestra.

“Apprendiamo dalla stampa – scrivono in una nota Antonella Sberna, Giulio Marini ed Elpidio Micci – che si sarebbe costituito un tavolo di coordinamento al fine di consultare gli altri partiti della coalizione di centrodestra in merito al rinnovo del consiglio comunale di Viterbo.

E’ inaccettabile che il suddetto tavolo non abbia minimamente interpellato il gruppo consiliare del Comune di Viterbo, unico organo composto da consiglieri eletti dai cittadini. Ed è altrettanto inaccettabile che al delegazione di Forza Italia sia composta da una persona di Vetralla, che alle ultime regionali su Viterbo ha preso 286 voti, non sufficienti nemmeno ad eleggere un consigliere comunale, una persona di Blera e una persona di Viterbo che è fuori dall’amministrazione comunale da cinque anni.

E’ inaccettabile, ribadiamo, e irrispettoso nei confronti di coloro che in questi anni hanno portato avanti in nome di Forza Italia una dura opposizione al pessimo governo Michelini e che si sono confrontati ogni giorno con le reali problematiche della città e dei cittadini. Chiediamo pertanto la revisione immediata e non rinviabile di questa delegazione”.