Commissariata Gesenu: la società controlla anche il 51% di Viterbo Ambiente

Commissariata Gesenu: la società controlla anche il 51% di Viterbo Ambiente

Un po' di ordine con i numeri: in questo fine settimana è arrivato il provvedimento del Prefetto di Perugia nei confronti della partecipata del Comune umbro che gestisce la raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana in alcune zone dell’Umbria e nei comuni di Viterbo e Montefiascone.

ADimensione Font+- Stampa

Quel gran casino dei rifiuti: il commissariamento di Gesenu, commissaria indirettamente Viterbo Ambiente. In questo fine settimana è arrivato il provvedimento del Prefetto di Perugia nei confronti della partecipata del comune umbro che gestisce la raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana in alcune zone dell’Umbria e del Lazio, compreso i comuni di Viterbo e Montefiascone.

 

I numeri

Gesenu Spa è una società partecipata dal Comune di Perugia per il 45%. Il 55% delle quote dei privati sono in carico alla figlia di Manlio Cerroni, Monica Cerroni (45%) e di Carlo Noto La Diega (10%). Quest’ultimo nome comparso anche nell’inchiesta dei rifiuti viterbesi;

Gesenu Spa controlla il 51% di Viterbo Ambiente. L’altro 49% è di Cosp Tecno Service;

Viterbo Ambiente gestisce la raccolta dei rifiuti nel Comune di Viterbo (in cambio di 49,7 milioni di Euro fino al 2018) e Montefiascone (per 12,1 milioni di Euro).

 

Il commissariamento

La prefettura di Perugia a fine ottobre aveva notificato l’interdittiva antimafia a Gesenu, una misura a carattere preventivo che di fatto esclude la spa dalla possibilità di partecipare agli appalti pubblici. In seguito all’interdittiva è arrivato nei giorni scorsi il commissariamento con tre commissari che gestiranno gli appalti per un periodo limitato del tempo

 

L’altra inchiesta su Gesenu Spa (qui)

Circa un mese fa in Umbria si è iniziato a parlare di una indagine sui rifiuti su una serie di ipotetiche di irregolarità riguardanti la gestione del servizio integrato dei rifiuti urbani e dei rifiuti speciali nella provincia di Perugia.

http://tuttoggi.info/rifiuti-linchiesta-smaltimento-illecito-per-meta-dei-carichi-per-gesenu-un-ad-indagato-irricevibile/304943/