Cobalb, inchiesta sullo stato di degrado e pessimo stato dell’impianto di trattamento reflui

Cobalb, inchiesta sullo stato di degrado e pessimo stato dell’impianto di trattamento reflui

Cobalb, inchiesta sullo stato di degrado e pessimo stato di efficienza dell'impianto di trattamento reflui. Otto comuni del lago di Bolsena sono sottoposti a controlli da parte del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale dei Carabinieri di Viterbo e dalla Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia.

ADimensione Font+- Stampa

Cobalb, inchiesta sullo stato di degrado e pessimo stato di efficienza dell’impianto di trattamento reflui. Otto comuni del lago di Bolsena sono sottoposti a controlli da parte del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale dei Carabinieri di Viterbo e dalla Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia.

L’indagine è affidata ai pubblici ministeri della Procura di Viterbo Eliana Dolce e Stefano D’Arma. Hanno avuto inizio a settembre del 2017, con l’obiettivo di accertare le responsabilità delle condizioni in cui verte l’impianto di depurazione che serve i comuni del lago. Le indagini hanno portato, nella mattinata di oggi, a individuare e porre sotto sequestro circa 7mila metricubi di fanghi da depurazione stoccati illecitamente da tempo all’interno della vasca di ossigenazione dell’impianto.