Civita di Bagnoregio manda fuori di testa la redazione di Radio Deejay che la paragona a Mont Saint-Michel

Civita di Bagnoregio manda fuori di testa la redazione di Radio Deejay che la paragona a Mont Saint-Michel

Chi ha avuto modo di aprire la sezione web del noto network Radio Deejay avrà notato che Civita di Bagnoregio ha mandato letteralmente fuori di testa la redazione milanese. L'articolo 'Civita di Bagnoregio: a spasso tra le mura della città che muore' campeggia sulla homepage al secondo posto nella classifica speciale Deejay Viral.

ADimensione Font+- Stampa

Chi ha avuto modo di aprire la sezione web del noto network Radio Deejay avrà notato che Civita di Bagnoregio ha mandato letteralmente fuori di testa la redazione milanese. L’articolo ‘Civita di Bagnoregio: a spasso tra le mura della città che muore’ campeggia sulla homepage al secondo posto nella classifica speciale Deejay Viral.

Ma anche il contenuto non è niente male. Due passaggi meritano menzione.

“Sembra l’ambientazione perfetta per una fortezza degli Elfi in un romanzo di Tolkien: una piccola cinta muraria avvolge un agglomerato di case medievali costruite l’una sull’altra, saltuariamente intervallate da un cortile, una piazza o una chiesa. Tutto intorno alle mura del paese, il vuoto di uno strapiombo: come se il villaggio fosse una torre che si staglia solitaria al centro di una grande vallata. Per raggiungere la porta di ingresso, solo un lunghissimo e sottile ponte pedonale”. L’attacco scelto, seguito dalla domanda: “Ci credereste che un posto del genere esiste davvero?”.

Poi il paragone con un’altra grande bellezza del mondo: “Facile immaginare quanto un posto così raro e suggestivo sia stato fotografato negli anni. Tra le immagini più incredibili, segnaliamo quelle di uno spettacolo che si può incontrare in alcune stagioni, e che ricorda un po’ la celebre Mont Saint-Michel in Normandia. Nel borgo in Francia la marea trasforma il paesaggio, circondando il centro abitato con l’acqua. A Civita di Bagnoregio lo stesso effetto lo rende la nebbia quando ricopre la vallata, lasciando visibile solo il paese cinto dalle mura, che assume l’aspetto di un’isola sperduta tra le nubi”.

LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DELL’ARTICOLO DI RADIO DEEJAY

Banner
Banner
Banner