Ciucciarelli, Unione della Tuscia: “con Salvini perché si è avvicinato alle nostre idee”

Ciucciarelli, Unione della Tuscia: “con Salvini perché si è avvicinato alle nostre idee”

Arriva l’Unione della Tuscia, “un movimento localista vicino a Salvini, ma solo fino a quando parlerà la nostra lingua”. Parola di Umberto Ciucciarelli, uno degli esponenti di spicco del nuovo movimento che nasce alla destra dello scenario politico locale.

ADimensione Font+- Stampa

Arriva l’Unione della Tuscia, “un movimento localista vicino a Salvini, ma solo fino a quando parlerà la nostra lingua”. Parola di Umberto Ciucciarelli, uno degli esponenti di spicco del nuovo movimento che nasce alla destra dello scenario politico locale. Ciucciarelli, ex La Destra, ex Ncd, è stato intervistato durante Sbottonati.

 

Ecco Salvini, è il nuovo leader de La Destra?

“Sono loro che si sono avvicinati alla vecchia destra sociale, non viceversa. Matteo Salvini parla la nostra lingua e ci è sembrato opportuno avvicinarci al suo movimento. Staremo con lui finché parlerà questa lingua”.

 

Come sono i rapporti con i leghisti della Lega Federalista?

“Ci sentiamo spesso. A fine novembre nascerà la Lega dei Popoli e noi insieme alla Lega di Umberto Fusco entreremo nel movimento. L’Unione della Tuscia rappresenterà l’ala destra del movimento”.

 

Obiettivi? Elezioni comunali, politiche?

“Nasciamo per lavorare ogni giorno e non per una elezione, ma siamo della filosofia per cui il fine ultimo non è andare in comune, ma per lavorare ogni giorno. Oggi le leve del potere sono mosse male e le forze sociali chiaramente puntano di avere in mano queste leve, ma non è il fine ultimo. Noi lavoriamo e intanto iniziamo a imporre il nostro modo di fare politica: ovvero un modo politicamente scorretto”.

 

Cioè?

“Diciamo quelle cose che appartengono al sentire comune, ma che per correttezza ed eleganza non vengono dette”

 

Praticamente, faccio un esempio: il problema della differenziata che non funziona, come vi comportate?

“Ad esempio per il problema della differenziata che non funziona porteremo i sacchi dell’umido in piazza del Comune insieme a Viterbo Civica ed altri”.

 

Dicono però che porteranno la carta e che sarà una cosa simbolica..

“Quello è politicamente corretto, noi porteremo l’umido”

 

Perché la destra locale è così disunita?

“Riunire la destra è un sogno da quando se ne è andato Almirante”

 

Perché la destra locale è così smembrata?

“Perché ragiona per fazioni”

 

I rappresentanti di Fratelli d’Italia di Viterbo sono moderati?

“Vorrei glissare, perché mi chiedete questo?”

 

Non siamo politicamente corretti nemmeno noi..

“Mi piacerebbe che quando facciamo le cose in piazza fossimo tutti insieme. Ho un ottimo rapporto con alcuni di loro, non condivido alcune loro idee”

 

Li ritieni moderati?

“Non farei mai, come loro hanno fatto in alcuni comuni della provincia, accordi con la sinistra. Insomma a Civitella d’Agliano non ci si doveva alleare con un esponente del Pd pur di arrivare in Comune”.