Cittadinanza benemerita ai Facchini: la discussione sarà a porte chiuse

Cittadinanza benemerita ai Facchini: la discussione sarà a porte chiuse

Mercoledì 5 luglio se ne parlerà in Commissione. Con più calma e a porte chiuse “perché si tratta di persone e bisogna discutere serenamente”.

ADimensione Font+- Stampa

Cittadinanza benemerita ai Facchini: giovedì l’antipasto in Consiglio è finito in un nulla di fatto, mercoledì se ne parlerà in Commissione. Con più calma e a porte chiuse “perché si tratta di persone e bisogna discutere serenamente”.

La decisione è stata presa all’unanimità in Consiglio comunale ed è stata certificata dalla convocazione del presidente della 1° Commissione Consigliare Marco Volpi.

Ci sono delle differenze di vedute tra i vari consiglieri, in forma sparsa, tra maggioranza e opposizione. C’è, ad esempio, chi vorrebbe riconoscere la benemerenza a tutti i Facchini del Sodalizio che hanno partecipato al Trasporto dell’anno Giubilare nel 2016, ma c’è chi vorrebbe riconoscerla semplicemente e più genericamente al Sodalizio. Per evitare problemi legati a personalismi.

Non è piaciuto poi il tentativo di imporre la discussione in Consiglio da parte di un

Banner
Banner
Banner