Cinema e Terme incassa un altro successo con una serata dedicata a Edoardo Leo

Cinema e Terme incassa un altro successo con una serata dedicata a Edoardo Leo

La squadra di Est Film Festival incassa un altro successo con la terza serata di Cinema e Terme, serata dedicata all’opera prima da regista del grande amico della Tuscia, Edoardo Leo

ADimensione Font+- Stampa

La squadra di Est Film Festival incassa un altro successo con la terza serata di Cinema e Terme, serata dedicata all’opera prima da regista del grande amico della Tuscia, Edoardo Leo. Il giovane attore e regista romano torna nella splendida cornice della piscina monumentale delle Terme dei Papi per proporre al pubblico il suo primo
film girato quando ancora diventare regista era una grande passione diventata ben presto una realtà.

“Diciott’anni dopo” è la commedia d’autore che più caratterizza il lavoro sul grande schermo di Edoardo Leo, che presenta la pellicola con un velo di commozione nascosta ben bene dalla sua proverbiale verve ironica.

I direttori del Festival, Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, fanno da spalla alla comicità genuina del bell’attore romano e creano con lui, l’atmosfera giusta per calarsi nei panni di Mirko, il fragile protagonista del film. Le Terme dei Papi sempre splendide e in ottima forma, accolgono un pubblico numeroso che si gode lo spettacolo cullato dal tepore dell’acqua termale, vero tesoro del nostro territorio.

Edoardo Leo racconta al pubblico i suoi esordi da attore e successivamente da regista e spiega come, da un piccolo sogno in fase embrionale, sia nato un mestiere che sempre più lo coinvolge e lo rende appagato. Dalla mancata promozione al Centro Sperimentale di Cinematografia, all’aneddoto divertente e surreale del diploma mai
conseguito presso la prestigiosa scuola di recitazione “La Scaletta” di Roma, il giovane regista riceve consensi e plauso per un film che ne dimostra una sensibilità vera e un trasporto autentico verso il mondo del cinema.

La serata, allietata dalle note del Maestro Marcello Balena del JazzUp Festival, si conclude con gli applausi di un pubblico che, sempre più numeroso, partecipa attivamente alle serate organizzate dalla squadra di Est Film Festival che ha scommesso e continua a scommettere sul connubio fortunato tra Tuscia e cinema.

Edoardo Leo, rinnovando un patto di fiducia con tutta l’organizzazione, ha aperto inoltre sabato la prime delle due proiezioni della nuova esperienza di Est Film Festival intitolata Civita Cinema che stasera porta a Bagnoregio il duo comico Ficarra e Picone. Per aprire la strada, nel 2018, a un nuovo progetto che vede pubblico e cinema protagonisti.
Tutte le informazioni su www.estfilmfestival.it e in tutte le pagine Facebook degli eventi.