Ciambella annuncia il pugno duro contro i parcheggi selvaggi: si inizia dall’auto del Comune?

Ciambella annuncia il pugno duro contro i parcheggi selvaggi: si inizia dall’auto del Comune?

Chissà se la sollecitazione verrà fatta anche al sindaco Michelini e alla auto del Comune, spesso e volentieri parcheggiata appena davanti al portone di ingresso di Palazzo dei Priori in via Ascenzi. Rigorosamente in divieto.

ADimensione Font+- Stampa

Ciambella annuncia il pugno duro contro i parcheggi selvaggi: inizierà dall’auto “del sindaco”? Era stata annunciata in Consiglio comunale la settimana scorsa l’intenzione dell’amministrazione comunale di far rispettare i divieti di sosta nelle piazze e nelle vie del centro storico. Su sollecitazione della consigliera di Viva Viterbo Maria Rita De Alexandris l’assessore alla polizia locale Luisa Ciambella ha dunque comunicato i controlli che verranno fatti nelle principali piazza del centro.

“A breve – scrive Luisa Ciambella – partiranno i controlli da parte degli agenti di Polizia Locale e scatteranno le sanzioni per i trasgressori. Invito pertanto gli automobilisti a un maggiore senso civico e a non parcheggiare in piazza del Plebiscito, piazza San Lorenzo, piazza del Gesù, piazza Carluccio, piazza Fontana Grande e in tutte le altre zone e piazze del centro storico dove vige il divieto di sosta. Il nostro intento non è quello di fare cassa. Come già ribadito in più occasioni – sottolinea il vice sindaco e assessore alla Polizia Locale Ciambella – vogliamo mantenere le piazza libere dalle auto. Piazze senza macchine in un’ottica di civiltà, decoro e rispetto nei confronti dei luoghi più importanti e rappresentativi della nostra città. Un rispetto – aggiunge ancora il vice sindaco – che dobbiamo a una città come la nostra, ricca di storia e cultura, con una grande vocazione turistica. Vogliamo una città turistica e dobbiamo partire anche da qui, dalle piazze come vetrina per Viterbo e non come luoghi destinati al parcheggio”.

Chissà se la (giusta, secondo noi) sollecitazione verrà fatta anche al sindaco Michelini e alla auto del Comune, spesso e volentieri parcheggiata appena davanti al portone di ingresso di Palazzo dei Priori in via Ascenzi. Rigorosamente in divieto.