Centro storico – “Ritoccare l’orario di apertura dei negozi fino alle 21”

Centro storico – “Ritoccare l’orario di apertura dei negozi fino alle 21”

Dibattito sul centro storico, un cittadino invita a riflettere sull'opportunità di modificare gli orari di apertura dei negozi. Lo fa attraverso una lettera alla redazione firmata Agostino Porciani.

ADimensione Font+- Stampa

Dibattito sul centro storico, un cittadino invita a riflettere sull’opportunità di modificare gli orari di apertura dei negozi. Lo fa attraverso una lettera alla redazione firmata Agostino Porciani.

“Gentile redazione e gentili lettori, volevo proporre un’idea basata sulla mia esperienza personale per dare maggior vitalità al commercio del centro storico.

Posto che lo stesso ha problemi di decoro, pulizia ed eccessiva presenza di automobili che andrebbero comunque risolti, penso che un cambiamento nell’orario dei negozi del Centro potrebbe aiutare a rendere lo stesso più frequentato.

La mia idea si basa sull’esperienza di alcune città pugliesi come Andria (100mila abitanti, una grande periferia, grandi centri commerciali e outlet nei dintorni e un’economia non proprio florida) dove l’orario dei negozi è uguale al nostro la mattina, ma per il pomeriggio va dalle 17/17:15 alle 21/21:15.

Grazie a quest’orario la zona pedonale e non del Centro è frequentatissima da chi, finito di lavorare, va a fare shopping, fa spesa nei molti negozietti d’alimentari eccellenti, o semplicemente va a farsi una passeggiata prima d’andare a cena.

Certo è una proposta che funzionerebbe solo con l’accordo quasi unanime dei negozianti, che invito a fare i conti su quante vendite effettuano nell’orario 16-17 (a occhio sembrano poche). E proprio i negozianti dovrebbero capire che, nell’era del commercio on-line, il tradizionale shopping reggerà soltanto se diventerà anche un’esperienza ricreativa e di svago.