Cento instragramers per raccontare al mondo Sutri, il 26 marzo l’appuntamento di Medioera

Cento instragramers per raccontare al mondo Sutri, il 26 marzo l’appuntamento di Medioera

“Un’ottima vetrina per il territorio”. E’ con toni entusiastici che il sindaco di Sutri, Guido Cianti, racconta il prossimo Instameet di Medioera che si terrà proprio nell’Antichissima Città di Sutri in programma il 26 marzo.

ADimensione Font+- Stampa

“Un’ottima vetrina per il territorio”. E’ con toni entusiastici che il sindaco di Sutri, Guido Cianti, racconta il prossimo Instameet di Medioera che si terrà proprio nell’Antichissima Città di Sutri in programma il 26 marzo.

L’Instameet, ormai giunto alla sesta edizione all’interno del festival dell’innovazione digitale, è un vero e proprio evento nell’evento. Circa un centinaio di Instagramers, provenienti da tutt’Italia, si ritrovano in una meta prestabilita (lo scorso anno era Tarquinia, ma ancora prima Viterbo, Civita di Bagnoregio, Bolsena, Caprarola e Tuscania) e trascorrono l’intera giornata tra foto, scatti, immagini e condivisioni sui social di tutto il mondo.

Il risultato? Uno straordinario effetto di promozione, grazie alle innumerevoli potenzialità di Instagram.
“Sicuramente di attrazioni da visitare e fotografare non c’è che l’imbarazzo della scelta – prosegue il primo cittadino – perché nel nostro Parco, che negli ultimi anni è stato oggetto di numerosi interventi di sistemazione e valorizzazione, insistono alcune tra le meraviglie più importanti a livello nazionale.

Con i suoi sette ettari di estensione, il sito offre un panorama davvero unico, per la ricchezza di valori archeologici, paesaggistici e naturalistici.

Collocato tra le falde dei Monti Cimini e quelle dei Monti Sabatini, il parco racchiude, al suo interno, monumenti di elevato valore storico, a partire da Villa Savorelli allo scenografico Anfiteatro, scavato per intero nel tufo e ritenuto tra i più belli al mondo, (ben 21.241 visitatori nel 2016) fino alla Necropoli e alla Chiesa della Madonna del Parto, anche conosciuta come Mitreo per l’adorazione del dio pagano Mitra, un culto misterico proveniente dalla Persia e celebrato appunto in questo tipo di luoghi, cave di tufo scavate ed adibite a tempio.”

“Anche dal punto di vista naturalistico – continua Cianti- ci troviamo di fronte ad un vero e proprio scrigno di inestimabile bellezza, inserito tra le aree protette della Regione e caratterizzato, tra l’altro, da una notevole varietà di ambienti che accolgono diverse specie floro – faunistiche.”

“Personalmente ritengo quindi l’Instameet in programma a marzo, una validissima opportunità per veicolare, in maniera immediata, quelle che sono le bellezze del nostro territorio, sfruttando al massimo le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie.

Di certo sarà un momento in cui l’antico si sposa con il moderno e dove la cultura si fonde con l’innovazione . Motivi più che validi per non perdere la visita all’Antichissima Città di Sutri.

Banner
Banner
Banner