Caso Rossi, il Pd vuole lo scalpo di Viva Viterbo

Caso Rossi, il Pd vuole lo scalpo di Viva Viterbo

Viva Viterbo e Partito Democratico ai ferri corti, anzi allo scontro corpo a corpo. Secondo indiscrezioni sarebbe in corso un confronto tra le due forze alla presenza di Michelini. Il Pd vorrebbe l'uscita di Viva Viterbo dalla maggioranza.

ADimensione Font+- Stampa

rossi-micheliniLa maggioranza di Palazzo dei Priori è una polveriera e, come anticipato ieri, scoppia il caso Filippo Rossi. In queste ore è in corso un confronto forte tra Partito Democratico e Viva Viterbo alla presenza del sindaco Leonardo Michelini. Toni accesi e “democrat” che sembrano voler chiedere lo scalpo del presidente del consiglio e dei suoi.

A inasprire il clima, già teso da diversi giorni, le dichiarazioni rilasciate questa mattina a Il Messaggero di Viterbo proprio dal presidente del consiglio. A innescare la dinamite quanto detto da Rossi sull’operato dell’assessore Pd Alvaro Ricci, a proposito di centro storico. In buona sostanza Rossi ha dichiarato che Ricci va avanti da sé.

Questo, stando quanto è trapelato, avrebbe mandato su tutte le furie i democratici di rito fioroniano. Che avrebbero trovato però sponda nella volontà di tagliare un pezzo dell’attuale coalizione di maggioranza anche in altre correnti democratiche.

La situazione è fluida e occorre attendere l’evolversi della dinamica.