Caso Moltoni, De Dominicis prova a far votare la decadenza e scoppia una lite in minoranza

Caso Moltoni, De Dominicis prova a far votare la decadenza e scoppia una lite in minoranza

Alla fine tutti a casa. Per attendere il prossimo passo sul caso Moltoni, al punto 1 dell’ordine del giorno, bisognerà dunque aspettare giovedì pomeriggio, quando si riunirà nuovamente il Consiglio.

ADimensione Font+- Stampa

De Dominicis scompiglia la minoranza, Santucci: “Da oggi hai smesso di fare opposizione”. Il caso, scoppiato questa mattina in Consiglio comunale, è sempre il solito, ovvero quello legato alla decadenza di Francesco Moltoni. Caso che divide maggioranza e minoranza.
In particolare questa mattina il consigliere dei 5 stelle Gianluca De Dominicis ha provato a ripetere uno dei propri cavalli di battaglia e ha tentato di far anticipare la discussione dei punti all’ordine del giorno, saltando le interrogazioni, ed in particolare la questione della decadenza del suo collega di opposizione.

De Dominicis da quasi due anni prova a ricordare alla maggioranza che bisogna procedere al voto sull’incompatibilità del consigliere del Gal, senza fortuna perché la maggioranza non ha i numeri per votare la sua decadenza. Prima o poi al voto bisognerà andarci e questa mattina per il pentastellato sarebbe stata la volta buona.

Di fatto però è stato costretto alla ritirata, dopo circa un’ora e mezza di stallo e dopo una reazione stizzita, tra gli altri, di Gianmaria Santucci, Sergio Insogna e Luigi Buzzi e soprattutto dopo aver constatato che portando avanti la propria richiesta avrebbe fatto saltare il Consiglio comunale. “Questo atteggiamento – ha commentato Santucci – non è condivisibile. Oggi hai smesso di fare opposizione e di stare in minoranza”. In chiusura anche Luigi Buzzi ha commentato amaramente la proposta di De Dominicis: “Lo ringraziamo perché con il suo atteggiamento ci ha fatto perdere tempo e non ha permesso a tutti di fare le proprie interrogazioni”.

Pronta la replica del consigliere del Movimento 5 Stelle: “Se non si possono più fare interrogazioni, la colpa è del fatto che alle 13 vogliono andare tutti a pranzo. Io sono per restare – ha concluso – e lavorare”.

Alla fine tutti a casa. Per attendere il prossimo passo sul caso Moltoni, al punto 1 dell’ordine del giorno, bisognerà dunque aspettare giovedì pomeriggio, quando si riunirà nuovamente il Consiglio.

Nel pomeriggio è poi arrivata anche un comunicato di protesta di Martina Minchella che potete leggere qui: “De Dominicis ha fatto sprecare denaro pubblico”.