Casapound lascia libertà di voto, ma sceglie la Lega: “Apprezzamento per scelte di Salvini”

Casapound lascia libertà di voto, ma sceglie la Lega: “Apprezzamento per scelte di Salvini”

Claudio Taglia, Umberto Ciucciarelli ed Ervin Di Maulo ieri hanno incontrato la stampa annunciando la scelta di non dare indicazione di voto. Spese però più di una parola di apprezzamento per la Lega di Matteo Salvini.

ADimensione Font+- Stampa

Casapound lascia libertà di voto ma spende parole di apprezzamento per la Lega, anche se esplicita la preferenza per Giovanni Arena, sostenuto dal movimento di Matteo Salvini. Claudio Taglia, Umberto Ciucciarelli ed Ervin Di Maulo ieri hanno incontrato la stampa annunciando la scelta di non dare indicazione di voto.

Le considerazioni però sulla Lega fanno immaginare una vicinanza più chiara a Giovanni Arena, anche se è lo stesso Taglia a mettere un freno alle associazioni mentali: “Il Centrodestra ricorda troppo la Giunta Marini”. Certo è che se il sindaco fosse stato Leghista, forse racconteremmo un’altra storia con Casapound pronta a sostenerlo. L’apprezzamento per le dichiarazioni in tema di immigrazione del Ministro dell’Interno infatti sono chiare. La sfiducia è allora sugli eletti a Viterbo del movimento guidato localmente da Umberto Fusco: Casapound li sprona a seguire la rotta tracciata dal leader nazionale. “Nel programma c’è poco in tema di immigrazione e Sprar”, dicono. Dai pochi auspici riferiti all’area di Centrodestra alle sole critiche invece per Chiara Frontini: “Il suo – dicono – è un libro dei sogni”.

Domenica però non si va al mare e si va a votare, con liberà di coscienza: “Non è nella nostra cultura non votare”.