Casale Bussi, Mazzola: l’aumento dei costi non sia a carico dei Comuni

Casale Bussi, Mazzola: l’aumento dei costi non sia a carico dei Comuni

Il presidente della provincia lo chiede alla Regione Lazio: l’aumento dei costi di smaltimento dei rifiuti non sia a carico dei Comuni.

ADimensione Font+- Stampa

Il presidente della provincia lo chiede alla Regione Lazio: l’aumento dei costi di smaltimento dei rifiuti non sia a carico dei Comuni. Lo scrive Mauro Mazzola in seguito all’indicazione dei nuovi centri nei quali verranno conferiti i rifiuti dei vari Comuni della provincia di Viterbo. Decisione arrivata dopo l’incendio che ha messo fuori uso il centro della Teverina, di Casale Bussi. Di fatto i Comuni continueranno a conferire i rifiuti lì, da dove poi partiranno per le nuove destinazioni.

E proprio questo fatto mette in preoccupazione il presidente Mauro Mazzola, che informalmente ha raccolto il parere dei sindaci di molti Comuni. “La Provincia di Viterbo – dichiara il presidente – pone l’accento sulla necessità di evitare qualunque ipotesi di aggravamento dei costi, in conseguenza dell’evento, in capo alle amministrazioni locali ed ai cittadini. In merito ai maggiori oneri di trattamento e smaltimento, di certo qualcuno deve pagare per quanto accaduto, ma non i cittadini. Si ritiene infatti che gli effetti della situazione creatasi non debbano e non possano in alcun modo riflettersi sulla tariffa per lo svolgimento del servizio di igiene urbana”.

La posizione è stata inoltrata anche al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Banner
Banner
Banner