Carla Lamanna alla guida dell’Azione Cattolica di Viterbo

Carla Lamanna alla guida dell’Azione Cattolica di Viterbo

Nata a Catanzaro ma trapiantata a Viterbo da oltre un decennio, Lamanna è già stata vicepresidente diocesano per il settore giovani nel periodo 1998-2003 nella diocesi di origine e membro della presidenza diocesana viterbese in trienni passati.

ADimensione Font+- Stampa

L’Azione Cattolica della diocesi di Viterbo ha una nuova presidenza. È giunto dunque al termine il percorso di rinnovo delle responsabilità triennali. Per l’incarico di presidente il vescovo monsignor Fumagalli, su indicazione del consiglio diocesano dell’associazione, ha designato la professoressa Carla Maria Rosa Lamanna, 39 anni, della parrocchia di Santa Maria della Verità di Viterbo.

Nata a Catanzaro ma trapiantata a Viterbo da oltre un decennio, Lamanna è già stata vicepresidente diocesano per il settore giovani nel periodo 1998-2003 nella diocesi di origine e membro della presidenza diocesana viterbese in trienni passati.

Definite anche le altre cariche ai vari livelli. vicepresidenti per il settore adulti sono stati eletti Anna Antognini (dall’associazione parrocchiale di Arlena di Castro) e Francesco Gatti (Viterbo – Murialdo); vicepresidenti per il settore giovani sono Giuseppe Boldrini (Viterbo -Verità) ed Eleonora Moretti (Acquapendente); responsabile dell’Azione Cattolica ragazzi è Chiara Pasquini (Viterbo – Sant’Angelo in Spatha). Completano la presidenza la segretaria Maria Cristina Bisti (Viterbo – Grotticella) e l’amministratore Sirio Ruchini (Viterbo – Verità).

Il cammino che attende l’associazione sarà certo di grande impegno e avrà per punto di riferimento il 150esimo anniversario della fondazione dell’Azione Cattolica Italiana, nata grazie all’impulso di un viterbese, Mario Fani, tra il 1867 e il 1868. Sarà quindi un periodo in cui la vita ordinaria dell’associazione diocesana si mescolerà allo straordinario dei pellegrinaggi che vedranno convergere al santuario di Santa Rosa (patrona dell’Azione Cattolica) gruppi provenienti da tutta Italia. Occasione, questa, per riscoprire la novità insita nelle radici di una esperienza laicale che resta la più longeva e articolata nella vita della Chiesa; e che vuole mettersi sempre più al servizio di uomini, donne e bambini del nostro tempo, con lo stile gioioso, missionario e misericordioso delineato dal pontificato di Francesco.

Orizzonti tracciati anche nell’assemblea diocesana dello scorso 23 ottobre, in cui sono stati eletti anche i membri del consiglio diocesano: Cristina Durastanti (Viterbo – Verità), Donatella Natalini (Viterbo – Verità), Nazareno Zampilli (Viterbo – Murialdo), Renzo Pagnottelli (Viterbo – Pilastro) per il settore adulti; Fiammetta Ortolani (Tuscania), Erica Crescentini (Capodimonte), Cristina Bernabei (Viterbo – Sacro Cuore), Maria Letizia Renzi (Arlena di Castro) ed Eleonora Sassara (Arlena di Castro) per l’ACR. A completare la squadra, Isabella Zeloni (Viterbo – Pilastro) come responsabile della promozione associativa; Alberto Bisti (Viterbo – Grotticella) come incaricato per il movimento studenti; Pierluigi Vito (Viterbo – Verità) come responsabile comunicazione e formazione.

Come assistenti diocesani, confermati don Mariano Pelliccioni (unitario), don Tito Monanni (Settore Adulti) e don Pierpaolo Fanelli (Acr). New entry, don Fabrizio Pacelli assegnato al settore giovani.

azione-cattolica

Banner
Banner
Banner