Capodanno in piazza Verdi, il Comune di Viterbo sta preparando la festa per la notte del 31. La scelta artistica è però piuttosto complicata

Capodanno in piazza Verdi, il Comune di Viterbo sta preparando la festa per la notte del 31. La scelta artistica è però piuttosto complicata

La notte di San Silvestro all'ombra della Macchina di Santa Rosa. Il Comune di Viterbo sta lavorando per organizzare la notte del 31 dicembre 2017 in piazza.

ADimensione Font+- Stampa

di Roberto Pomi

La notte di San Silvestro all’ombra della Macchina di Santa Rosa. Il Comune di Viterbo sta lavorando per organizzare la notte del 31 dicembre 2017 in piazza. Non più quella del Plebiscito, come è accaduto alcune volte (con scarsi risultati a onor del vero) negli anni passati, ma piazza Verdi. Quella che i viterbesi sono soliti chiamare piazza del Teatro, in omaggio all’Unione.

I contenuti dell’ultima notte dell’anno che l’amministrazione Michelini intende realizzare per tutti non sono ancora noti. A breve verrà convocata un’apposita conferenza stampa per fornire tutti i dettagli. D’obbligo la musica e il divertimento, anche se la presenza di un simbolo della tradizione sacra ragionevolmente spingerà il Comune a qualcosa di sobrio. Sarebbe complicato da immaginare le note di Maracaibo e il motivetto “splendida regina, rum e cocaina” ai piedi di Santa Rosa. Così come il classico “trenino” o cose del genere. Insomma il format Capodanno di piazza è inimmaginabile. Il buon senso vorrebbe della musica sobria, magari classica. Con in agguato però l’effetto “fantozziano” Corazzata Potemkin e fugone di pubblico. 

La presenza di un simbolo importante come la Macchina di Santa Rosa rende la scelta artistica un tantino complicata ma c’è tempo per cucire una soluzione appropriata e capace di regalare qualcosa di bello ai viterbesi. 

Decarta racconta la Tuscia