Caos cultura, Scorsi (Pd): «solidarietà a tutti i ragazzi che hanno fatto iniziative per la città»

Caos cultura, Scorsi (Pd): «solidarietà a tutti i ragazzi che hanno fatto iniziative per la città»

Caos cultura, interviene anche il consigliere comunale di maggioranza Christian Scorsi (Pd), presente alla conferenza stampa delle realtà culturali viterbesi e intervistato su Radio Verde da Sbottonati. “C’è amarezza per come sono andate le cose. Ero presente alla conferenza stampa proprio per esprimere solidarietà verso i ragazzi che hanno cercato di fare iniziative per la città”.

ADimensione Font+- Stampa

Caos cultura, interviene anche il consigliere comunale di maggioranza Christian Scorsi (Pd), presente alla conferenza stampa delle realtà culturali viterbesi e intervistato su Radio Verde da Sbottonati. “C’è amarezza per come sono andate le cose. Ero presente alla conferenza stampa proprio per esprimere solidarietà verso i ragazzi che hanno cercato di fare iniziative per la città”.

 

Qualcuno ha definito tutto questo “sottocultura”, fanno così cagare le associazioni a Viterbo?

“Credo che non possono essere messe sullo stesso piano una partita di bocce e un concerto o una mostra. Anche a livello di partecipazione secondo me è una cosa totalmente differente. Vedendo la graduatoria però vedo queste situazioni. La mia amarezza è per questo, deriva da un vizio anche all’interno del regolamento: si demandano le decisioni a un organo non politico. Il ruolo del politico invece è importante perché fa delle scelte”.

 

C’è un grande punto che rimane fuori dalla discussione e sul quale le associazioni hanno provato a insistere invano: la richiesta di regole, bandi e tempi certi. A questo Delli Iaconi ha risposto “il comune non è un bancomat”, perché?

Sì lo so.

 

Glielo spiegherai che il punto è quello?

“Non credo che l’intento di Delli Iaconi fosse quello. È una persona ragionevole e ha a cuore la sorte delle associazioni

 

Una forza della maggioranza ha tirato fuori il termine “markettificio” nei mesi scorsi, è veramente così? Fate le markette?

“Ma no..”

 

lo dice un vostro alleato..

“Forse si riferivano al passato.. per quel che riguarda la nostra gestione dico che per me bisogna puntare sulla qualità, sulla partecipazione e anche che si possa avere riconoscimento economico per il lavoro che si svolge. Con la cultura si mangia..”

 

Verificate come i soldi vengono spesi?

“Non entro nel merito delle decisioni che non riguardano la politica..”